• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/01213 LAUS - Al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo. - Premesso che: la "Cavallerizza reale" è un complesso monumentale, sito nel centro storico di Torino, edificato...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-01213 presentata da MAURO ANTONIO DONATO LAUS
martedì 5 novembre 2019, seduta n.162

LAUS - Al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo. - Premesso che:

la "Cavallerizza reale" è un complesso monumentale, sito nel centro storico di Torino, edificato nell'Ottocento. Il complesso è sottoposto a vincolo architettonico ed è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dell'Unesco;

il complesso fu ceduto dal demanio al Comune di Torino che lo ha reso fruibile come luogo di spettacolo e cultura;

nel 2009 la Cavallerizza fu messa in vendita e dal 2015 è stata oggetto di occupazione abusiva di alcune aree, condizione che permane ancora oggi;

la struttura, in alcune parti fatiscente, è da ritenersi pericolante ma tale condizione non disincentiva il suo utilizzo irregolare, sempre più spesso utilizzata per concerti, feste abusive, ed è teatro di episodi di violenza;

nel 2016 il Governo stanziò la cifra di 15 milioni di euro per la ristrutturazione dei giardini reali e della Cavallerizza. Tale cifra in gran parte non fu utilizzata per le finalità originarie e in parte fu destinata ad altro uso;

in merito a tali fondi il sindaco Chiara Appendino ha spiegato che 5 milioni di euro sono stati utilizzati per il polo museale e i restanti 10 milioni sono stati impegnati, da parte della direttrice dei musei reali, Enrica Pagella, per progetti che non riguardano direttamente la Cavallerizza;

considerato che:

per la riqualificazione dell'intera area, sia quella di proprietà di Cassa depositi e prestiti, sia quella di proprietà della città, secondo il nuovo studio di fattibilità redatto dall'architetto Agostino Magnaghi, appositamente incaricato dal sindaco di Torino, gli oneri si attestano sui 100 milioni di euro;

il sindaco ha deciso di richiedere 5 milioni di euro al Governo per la messa in sicurezza di un'ala della Cavallerizza;

con la prima tranche pari ad 1,8 milioni di euro verrà messa in sicurezza la corte delle guardie. A seguito di successive verifiche tecnico-strutturali si destineranno i restanti fondi per il recupero dell'intera struttura;

non risultano chiare le intenzioni, da parte del Comune, riguardo alla futura destinazione della parte della struttura che attualmente è occupata abusivamente;

la maggioranza che siede a palazzo Civico prevede, in modo troppo generico, che nel piano unitario di riqualificazione non sia prevista l'apertura di attività commerciali, ma sembrerebbe che la gestione della struttura sarà affidata agli attuali occupanti,

si chiede di sapere:

quali iniziative concrete il Ministro in indirizzo intenda intraprendere per vincolare i nuovi fondi stanziati dal Governo esclusivamente per la ristrutturazione del complesso monumentale della Cavallerizza reale;

quali siano, nello specifico, le richieste che il Comune di Torino ha avanzato per la ristrutturazione del complesso monumentale e in quale modalità;

quali iniziative intenda adottare al fine di garantire, in seguito alla ristrutturazione, la piena funzione pubblica del complesso e per evitare qualsiasi utilizzo non autorizzato degli edifici.

(3-01213)