• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/02409 CENTINAIO, VALLARDI, BERGESIO, SBRANA - Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. - Premessa che: sembrerebbe sia in atto in Sardegna un tentativo di ripresa delle...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-02409 presentata da GIAN MARCO CENTINAIO
giovedì 31 ottobre 2019, seduta n.161

CENTINAIO, VALLARDI, BERGESIO, SBRANA - Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. - Premessa che:

sembrerebbe sia in atto in Sardegna un tentativo di ripresa delle proteste da parte dei pastori dovute all'andamento al ribasso del prezzo del latte ovino e caprino, utilizzato per la produzione del formaggio "pecorino romano Dop";

una protesta, quella dei pastori sardi, che ha radici lontane e che nei mesi scorsi è arrivata ad iniziative estreme di blocchi stradali con sversamenti di migliaia di litri latte, interessando inevitabilmente le istituzioni regionali e statali;

per fronteggiare le criticità del settore, nel primo Governo Conte I è stato adottato un apposito decreto-legge (n. 27 del 2019, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 44 del 2019) contenente un piano di interventi finalizzato al recupero della capacità produttiva della pastorizia sarda;

con decreto n. 38509 del 26 settembre 2019 del Ministero dell'economia e delle finanze sono stati assegnati al Ministero delle politiche agricole, per l'anno 2019, i fondi necessari all'attuazione delle misure contenute nel suddetto decreto-legge, ed in particolare sono stati istituiti tre nuovi capitoli di spesa finalizzati a concedere: 5 milioni di euro in favore delle imprese del settore lattiero caseario come contributo alla ristrutturazione; 10 milioni di euro per il sostegno ai contratti di filiera e di distretto per la competitività del latte ovino; 14 milioni di euro per la distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti;

la pastorizia è una risorsa strategica per l'economia italiana e l'occupazione. La Sardegna, che è il principale produttore nazionale di latte ovino e caprino, produce da sola un fatturato di circa 438 milioni di euro, impiegando migliaia di addetti, fra occupazione diretta e indiretta;

a seguito delle annunciate proteste la Regione Autonoma della Sardegna ha indetto per il giorno 29 di ottobre un incontro con i rappresentati delle associazioni agricole maggiormente rappresentative, a cui ha preso parte anche il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali;

in tale contesto, sembrerebbe che i pastori non siano stati adeguatamente presi in considerazione nei tavoli istituzionali, nonostante figurino tra i soggetti maggiormente coinvolti,

si chiede di sapere, alla luce di quanto riportato in premessa e delle difficoltà che sta vivendo la pastorizia in Sardegna, se il Ministro in indirizzo non ritenga di portare la questione ad un livello superiore di trattativa, facendosi promotore di iniziative di confronto che coinvolgano tutte le parti interessate.

(4-02409)