• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02203/033    premesso che:     il decreto in esame contiene disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per fare fronte a importanti crisi aziendali;     in sede di esame...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02203/033presentato daEPIFANI Ettore Guglielmotesto presentato Mercoledì 30 ottobre 2019 modificato Giovedì 31 ottobre 2019, seduta n. 250

   La Camera,
   premesso che:
    il decreto in esame contiene disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per fare fronte a importanti crisi aziendali;
    in sede di esame del decreto-legge in Senato è stata disposta la soppressione dell'articolo 14 del decreto, che interveniva sulla disposizione (comma 6 dell'articolo 2 del decreto-legge n. 1/2015) che esclude la responsabilità penale e amministrativa del commissario straordinario, dell'affittuario o acquirente (e dei soggetti da questi delegati) dell'Ilva di Taranto in relazione alle condotte poste in essere in attuazione del Piano ambientale;
    il 6 settembre 2018 ArcelorMittal ha ufficialmente acquisito Ilva con un piano di investimenti di 2,4 miliardi di euro tra componente ambientale e industriale, cui si aggiungono 1,3 miliardi in dotazione ai commissari di Ilva in amministrazione straordinaria destinati alle bonifiche delle aree non produttive, escluse o non acquisite da ArcelorMittal;
    nell'accordo siglato al Ministero dello sviluppo economico tra sindacati, commissari e ArcelorMittal si prevedeva l'assunzione di 10.700 persone;
    ad oggi si sono svolti già due cicli di cassa integrazione ordinaria, ciascuno di 13 settimane, uno chiuso il 28 settembre per 1.395 addetti ed un altro in corso, dal 30 settembre, per 1.276 lavoratori;
    è di poche settimane fa la notizia del cambio ai vertici di ArcelorMittal Italia, con l'arrivo di Lucia Morselli come presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato;
    tra i lavoratori e i sindacati la preoccupazione per il futuro dell'azienda è sempre crescente,

impegna il Governo

a garantire che le parti rispettino gli impegni presi con l'accordo del 6 settembre 2018 sul piano industriale, sul piano ambientale e sulla salvaguardia dell'occupazione, assicurando la permanenza dell'attività produttiva del complesso siderurgico dell'impianto di Taranto, con l'obiettivo di produrre acciaio pulito e di garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali diretti e dell'indotto.
9/2203/33. Epifani, Fornaro.