• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/01076 (3-01076)



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-01076presentato daBOND Dariotesto diMercoledì 30 ottobre 2019, seduta n. 249

   BOND. — Al Ministro della difesa, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro della salute, al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   il decreto legislativo n. 230 del 2017, in ottemperanza al regolamento (Ue) 1143/2014, prevede l'obbligo di denuncia degli animali da compagnia inseriti nell'elenco delle specie esotiche invasive;

   nel mese di agosto, il Ministero ha lanciato un appello ai cittadini ad effettuare la suddetta denuncia;

   da fonti di stampa, risulterebbe all'interrogante che una famiglia residente a San Stino di Livenza, in provincia di Venezia, essendo in possesso di un procione da compagnia, avrebbe regolarmente presentato denuncia di possesso, in ottemperanza alla normativa vigente;

   in seguito a tale denuncia, la Asl e le forze dell'ordine, in particolare i Carabinieri di Mestre avrebbero ritenuto opportuno denunciare il proletario per detenzione di animali pericolosi per l'incolumità e la salute pubblica, ai sensi del decreto ministeriale 19 aprile 1996, fissando la data di sequestro;

   il decreto legislativo n. 230 del 2017 prevede l'obbligo di denuncia di possesso e l'irrogazione di sanzioni nei casi di mancata presentazione della stessa e per la violazione dei divieti di introduzione, detenzione, trasporto, utilizzo, scambio o cessione, riproduzione, rilascio in ambiente –:

   se il Governo sia a conoscenza dei fatti di cui in premessa, come si giustifichi l'operato dell'Arma dei carabinieri di Mestre e quali iniziative ritenga opportuno adottare per garantire la corretta applicazione della normativa in materia di specie esotiche invasive.
(3-01076)