• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/00319 MASINI, MALLEGNI, BATTISTONI - Ai Ministri dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, della salute e delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che: molti dati...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00319 presentata da BARBARA MASINI
mercoledì 4 luglio 2018, seduta n.018

MASINI, MALLEGNI, BATTISTONI - Ai Ministri dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, della salute e delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che:

molti dati pubblicati nei vari quotidiani, riviste, emittenti televisive, radio e ogni altra forma di comunicazione, rendono noto che, secondo gli ultimi dati ISTAT, tutta l'acqua potabile immessa nella rete distributiva del nostro Paese risulta avere uno spreco totale di circa il 40-42 per cento relativa a oltre 3,45 miliardi di metri cubi d'acqua;

abituali irregolarità nell'erogazione idrica, soprattutto al Sud dove spesso si osservano turni per procurarsi l'acqua, si associano alla perdita economica quantificata in diversi miliardi di euro all'anno;

con riferimento agli acquedotti regionali, la dispersione raggiunge anche il 60 per cento;

la dissipazione dell'acqua è dovuta alle pessime condizioni delle tubature e alla carenza sistematica di manutenzione strutturale; molte tubature, inoltre, sono in "cemento-amianto";

in Toscana sono molte le azioni della popolazione per chiedere la sostituzione delle vecchie condotte in cemento-amianto, principalmente per un motivo di sicurezza della propria salute, anche se, al momento, dati scientifici non confermano o smentiscono la pericolosità delle strutture con la presenza dell'amianto,

si chiede di sapere:

quali interventi sono in programma o i Ministri in indirizzo intendano programmare per evitare tali sprechi;

se non ritengano, al fine di evitare perdite economiche di miliardi di euro, di adottare misure per investire tali risorse nella costruzione di nuove condotte;

se non ritengano utile e necessario, per la sicurezza della popolazione, un'indagine sulle condotte di "cemento-amianto" ancora in esercizio.

(4-00319)