• Testo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.7/00353 (7-00353) «Ferrari, Fantuz, Zicchieri, Toccalini, Boniardi, Castiello, Piccolo, Pretto, Raffaele Volpi».



Atto Camera

Risoluzione in commissione 7-00353presentato daFERRARI Roberto Paolotesto diMercoledì 23 ottobre 2019, seduta n. 244

   La IV Commissione,

   premesso che:

    nel corso della sua prima audizione alle Commissioni difesa dei due rami del Parlamento, il nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, ha manifestato la preoccupazione propria e della sua Forza armata per l'evidente riacutizzarsi della minaccia sottomarina nel Mar Mediterraneo;

    il ritorno della minaccia subacquea, stando a quanto ha sostenuto l'ammiraglio Cavo Dragone, sarebbe dovuto al rafforzamento nel Mediterraneo della presenza di forze subacquee appartenenti a varie Marine non Nato;

    compito principale della Marina Militare del nostro Paese è la protezione delle rotte marittime che permettono all'Italia di esportare le proprie merci ed importare tutte le materie prime di cui necessita per prosperare e svilupparsi;

    nel corso del secondo dopoguerra, la Marina militare ha fatto della lotta antisommergibile o «antisom» nella scorta al traffico una delle proprie nicchie di eccellenza, con una programmazione che ha portato le forze navali italiane a dotarsi di piattaforme molto innovative ed efficaci;

    la lotta «antisom» è un compito complesso, al quale debbono essere dedicate piattaforme e sistemi d'arma di vario tipo, dai sottomarini alle navi portaeromobili dotate di capacità specifiche;

   le preoccupazioni manifestate dal Capo di Stato Maggiore della Marina paiono meritevoli di grande attenzione,

impegna il Governo

a promuovere un'iniziativa che adegui le capacità «antisom» della Marina militare italiana, dando risposta a quanto emerso nel corso della prima audizione del nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina davanti alle Commissioni difesa di Camera e Senato, in particolare alla preoccupazione espressa per la costante crescita nel Mare Mediterraneo della presenza di sottomarini stranieri appartenenti a Stati non appartenenti alla Nato e all'auspicio di acquisire nuove unità navali equipaggiate per la localizzazione e il contrasto di piattaforme subacquee.
(7-00353) «Ferrari, Fantuz, Zicchieri, Toccalini, Boniardi, Castiello, Piccolo, Pretto, Raffaele Volpi».