• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02950 (5-02950)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-02950presentato daBARBUTO Elisabetta Mariatesto diMartedì 22 ottobre 2019, seduta n. 243

   BARBUTO, SCAGLIUSI, DE LORENZIS, TERMINI, LUCIANO CANTONE, CARINELLI, CHIAZZESE, DE GIROLAMO, FICARA, GRIPPA, MARINO, RAFFA, PAOLO NICOLÒ ROMANO, SERRITELLA e SPESSOTTO. — Al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   nell'ambito del processo di trasformazione delle reti televisive, correlato alla liberazione delle frequenze in banda 700 MHz, a favore dello sviluppo del 5G, il legislatore italiano ha previsto di supportare, attraverso contributi economici, i cittadini nel passaggio dallo standard DVB-T a quello DVBT-2;

   l'articolo 1, comma 1110, della legge n. 145 del 2018 (legge di bilancio 2019) che modifica l'articolo 1, comma 1039, della legge n. 205 del 2017, ha stanziato 151 milioni di euro in favore dei cittadini, per limitare i disagi agli utenti finali che potrebbero derivare dalle trasformazioni tecnologiche delle reti televisive sia nazionali che locali e, quindi, dalla necessità di adeguare anche i televisori;

   a tal fine, la legge prevede che il Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, emani un decreto volto a definire i criteri soggettivi e oggettivi di accesso ai contributi in esame, gli adempimenti a carico dei soggetti coinvolti, i relativi aspetti procedurali, per l'acquisto da parte dei consumatori di apparecchi (Tv e decoder) che consentano di ricevere i programmi televisivi con le nuove tecnologie richieste nel passaggio dallo standard DVB-T a quello DVB-T2;

   il Ministero dello sviluppo economico ha avviato prima dell'estate una consultazione pubblica sulle linee guida relative ai criteri e alle procedure per definire il decreto di erogazione dei contributi citato, per acquisire, dai soggetti interessati, le osservazioni e i commenti; si prevede che i contributi – destinati ai cittadini con ISEE fascia 1 e 2 – siano erogati tramite uno sconto presso rivenditori accreditati all'atto dell'acquisto dei suddetti apparecchi. Tale misura avrà una durata triennale –:

   quale tempistica si preveda per l'emanazione del decreto ministeriale di cui in premessa e con quali modalità i cittadini potranno usufruire dei benefici descritti.
(5-02950)