• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02847 (5-02847)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-02847presentato daDI MAIO Marcotesto diMartedì 8 ottobre 2019, seduta n. 234

   MARCO DI MAIO. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   dopo la positiva conclusione del bando per la concessione della gestione totale dell'aeroporto «Luigi Ridolfi» di Forlì, il precedente Governo, ad avviso degli interroganti, ha a lungo tergiversato sui propri adempimenti;

   in particolare, si è registrata un'incomprensibile inattività del Ministero dell'interno nell'assegnare all'aeroporto un presidio stabile del Corpo dei vigili del fuoco, indispensabile per la riapertura della struttura aeroportuale;

   ciò ha determinato, purtroppo, un ulteriore allungamento dei tempi per l'aeroporto, con gravi ripercussioni per tutto il territorio e danno economico per gli imprenditori;

   annunci e promesse fatte dagli ex sottosegretari per l'interno Molteni e per la giustizia Morrone avevano fatto ipotizzare l'apertura dell'aeroporto prima dell'estate 2019: appuntamento saltato proprio per mancanza delle dotazioni di personale per il rispetto delle normative antincendio;

   ci si trova ora in una situazione paradossale, in quanto, per vedere accettato il livello di operatività richiesto per lo scalo, chiuso nel 2013, sussiste l'obbligo di disporre di un presidio antincendio dei Vigili del fuoco, che non è tuttavia possibile avere fino a quando la struttura non sarà ricompresa tra gli aeroporti di cui alla Tabella A del decreto legislativo n. 139 del 2006, recante l'elenco degli scali nei quali il Corpo dei vigili del fuoco rassicura il servizio antincendio;

   tale problema, già sottoposto all'attenzione del Governo, senza esito, con altri atti di sindacato ispettivo a firma dell'interrogante, comporta un danno, anche in relazione ai mancati accordi stipulati con le compagnie aeree, che non potranno operare per la stagione estiva, rischiando di far perdere un altro anno al gruppo di imprese coinvolte;

   gli ex sottosegretari per l'interno Candiani e per la giustizia Morrone il 6 ottobre 2019 hanno comunicato che il Ministero dell'interno avrebbe concluso «l'istruttoria tecnica che consentirà all'aeroporto di Forlì di rientrare nella tabella A»;

   non è noto a quale titolo gli ex sottosegretari abbiano dato questa comunicazione, e quale ne sia il fondamento;

   l'inserimento del «Ridolfi» nella tabella A del decreto legislativo n. 139 del 2006 consentirebbe di avere il presidio Vigili del fuoco su pista, il cui onere, altrimenti, ricadrebbe sull'ente gestore;

   in tutti gli aeroporti a concessione di gestione totale il servizio antincendio è coperto direttamente dal Corpo dei vigili del fuoco –:

   se sia vero che sarebbe stata conclusa positivamente l'istruttoria del Ministero dell'interno per l'inclusione dell'aeroporto «Ridolfi» tra quelli inseriti nella tabella A del decreto legislativo n. 139 del 2006.
(5-02847)