• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/01014 (3-01014)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-01014presentato daGRIBAUDO Chiaratesto diMartedì 8 ottobre 2019, seduta n. 234

   GRIBAUDO, SERRACCHIANI, CARLA CANTONE, LEPRI, MURA, SOVERINI, VISCOMI, ENRICO BORGHI e FIANO. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali . — Per sapere – premesso che:

   come noto, Anpal servizi s.p.a., già Italia lavoro, è una struttura «in house» dell'Anpal, la quale è sottoposta all'indirizzo e alla vigilanza del Ministero del lavoro e delle politiche sociali; il presidente di Anpal è anche amministratore unico di Anpal servizi s.p.a.;

   Anpal servizi s.p.a. promuove azioni nel campo delle politiche del lavoro, dell'occupazione e dell'inclusione sociale, fornendo assistenza tecnica a centri per l'impiego e a enti locali;

   il personale a tempo determinato in forze ad Anpal servizi s.p.a. ammonta attualmente a 654 unità, selezionate con procedure ad evidenza pubblica, possiedono esperienza pluriennale e competenze specifiche nel campo delle politiche attive del lavoro; tuttavia, le somme stanziate dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, permetterebbero la stabilizzazione soltanto di poche decine di lavoratori;

   l'amministratore unico di Anpal servizi s.p.a., Domenico Parisi, ha annunciato nel mese di luglio 2019 la possibilità di stabilizzare soltanto 400 lavoratori precari;

   il decreto-legge n. 101 del 2019 reca, all'articolo 4, la modifica della disciplina sull'impiego di uno stanziamento già vigente, pari ad 1 milione di euro annui a decorrere dal 2019, relativo ad ulteriori spese di personale di Anpal servizi s.p.a. In particolare, la riformulazione sopprime le indicazioni circa l'espletamento di procedure concorsuali riservate per titoli ed esami, riferendosi soltanto ad ulteriori spese di personale; tuttavia, tale stanziamento appare comunque insufficiente anche a raggiungere gli obiettivi annunciati dall'amministratore unico;

   non è stato ancora presentato il piano industriale dell'azienda;

   i lavoratori di Anpal servizi s.p.a. rappresentano oggi l'unica struttura di livello nazionale preparata a gestire forme moderne di politiche attive del lavoro e stanno seguendo fin dalla sua nascita la prima applicazione del reddito di cittadinanza –:

   se intenda verificare e attuare la possibilità di iniziative volte alla stabilizzazione per tutti i 654 lavoratori precari di Anpal servizi s.p.a., al fine di non disperdere le competenze e l'esperienza da loro accumulate e di potenziare le strutture nazionali per le politiche attive del lavoro, nell'ottica di un miglioramento progressivo dei sistemi di collocamento, di incontro fra domanda e offerta di lavoro e di miglior funzionamento degli strumenti previsti dal reddito di cittadinanza.
(3-01014)