• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00071 (5-00071)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-00071presentato daCIAMPI Luciatesto diMercoledì 4 luglio 2018, seduta n. 21

   CIAMPI, CENNI e CECCANTI. — Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

   il Gruppo Csl Spa, si legge nel sito istituzionale, è il «leader europeo in alcuni dei segmenti nei quali opera (lamierati per auto al ricambio, marmitte per moto) e, negli altri, ha un eccellente posizionamento di mercato»;

   tra le società del gruppo Csl vi è l'azienda Tmm con sede a Pontedera (in provincia di Pisa) dove vengono prodotte da decenni marmitte;

   nel mese di agosto 2017 il gruppo Csl ha annunciato la messa in liquidazione della Tmm (nominando un liquidatore) e il conseguente licenziamento degli 85 lavoratori dell'azienda;

   in questi mesi sono stati numerosi i tentativi sostenuti dai dipendenti, dalle associazioni sindacali, dagli enti locali e dalla regione Toscana per cercare di risolvere questa grave situazione;

   nel mese di settembre 2017 si è tenuto il tavolo istituzionale sulla crisi di Tmm presso il Ministero dello sviluppo economico. La riunione non ha però portato a soluzioni positive anche a causa dell'assenza dei vertici dell'azienda;

   nel mese di dicembre 2017 è purtroppo fallita anche la trattativa tra Gruppo Csl ed un imprenditore fiorentino interessato a rilevare Tmm;

   sembrerebbe inoltre ad oggi, difficilmente perseguibile, per criticità logistiche ed economiche, il progetto avanzato dai lavoratori sulla costituzione di una società cooperativa per poter proseguire l'attività dello stabilimento di Pontedera;

   nei giorni scorsi il commissario liquidatore di Tmm ha citato in tribunale 26 lavoratori dell'azienda colpevoli di aver rallentato, con il loro presidio di protesta, l'iter procedurale della liquidazione. Ai dipendenti è stato chiesto un risarcimento complessivo di 1 milione di euro;

   a seguito di tale azione giudiziaria, sono state numerose le proteste di lavoratori, sindacati e istituzioni territoriali: il sindaco di Pontedera ha dichiarato che chiederà al consiglio comunale di autorizzare aiuti legali nei confronti dei lavoratori citati in tribunale;

   va aggiunto, in questo contesto, che secondo le associazioni sindacali tale crisi aziendale non sarebbe riconducibile soltanto ai vertici di Csl ma anche al Gruppo Piaggio che ha ridotto negli ultimi anni notevolmente le commesse verso le aziende contoterziste del territorio (e quindi di Tmm), utilizzando sempre con maggior frequenza stabilimenti esteri;

   il 19 aprile 2018 Roberto Colaninno, presidente del Gruppo Piaggio, aveva comunque assicurato: «Spero che si trovi una soluzione per la Tmm. Piaggio farà la sua parte assicurando le commesse che dava prima all'eventuale nuova azienda che ci sarà»;

   secondo fonti stampa, nel mese di agosto 2017 il gruppo Piaggio aveva beneficiato di 5 milioni di euro di finanziamenti pubblici;

   il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio ha recentemente annunciato l'approvazione da parte del governo di un decreto-legge nel quale verranno inserite norme per disincentivare le delocalizzazioni delle imprese che hanno ricevuto fondi pubblici –:

   quali iniziative urgenti intenda assumere il Governo per tutelare i lavoratori dell'azienda Tmm e se, nell'ambito delle prossime iniziative normative di cui in premessa, saranno incluse disposizioni per salvaguardare i livelli occupazionali e la continuità produttiva delle imprese contoterziste in crisi che beneficiano dell'indotto di aziende che hanno delocalizzato, pur ottenendo finanziamenti pubblici.
(5-00071)