• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/03708 (4-03708)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-03708presentato daGALANTINO Davidetesto diMartedì 1 ottobre 2019, seduta n. 230

   GALANTINO. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. — Per sapere – premesso che:

   dagli organi di stampa locali l'interrogante ha appreso che il mondo della pesca pugliese è in stato di agitazione:

   le rappresentanze delle marinerie di Margherita di Savoia, Bisceglie, Barletta, Mola di Bari, Trani si sono radunate dinanzi ai cancelli della capitaneria di porto di Manfredonia per chiedere un'applicazione ragionevole della normativa vigente: dai controlli in mare all'applicazione delle sanzioni;

   in particolare, una delegazione sindacale è stata ricevuta dal comandante della capitaneria di porto, capitano di fregata Giuseppe Turiano, al fine di esporre le ragioni della loro protesta;

   essi richiedono, tra l'altro: «evitare controlli in mare durante le battute di pesca per motivi di sicurezza; eliminare la etichettatura in quanto viene già tracciata attraverso il D.D.T. e il Loog Book; portare la scadenza del Loog Book alla fine di ogni settimana e non giornaliera, sempre per motivi di sicurezza; le unità che hanno più permessi sulla licenza di pesca non devono essere vincolati dal tipo di pesca praticata ma essere liberi di procedere con altri sistemi di pesca compressi nella licenza in virtù del fatto che l'imbarcazione deve raggiungere i risultati economici; le unità autorizzate alla pesca del rossetto possono avere i divergenti a bordo; le imbarcazioni non devono essere vincolate ad avere solo una rete con maglia da 50 mm o da 40 mm; i verbali non devono essere eccessivi ma adeguati alla normativa, legge 154, che prevede per una cassa di pesce del valore di 50 euro una sanzione non superiore a cinque volte quel valore; in caso di sanzioni amministrative queste non debbano incidere sulla licenza di pesca con la prospettiva che possa essere sia pure temporaneamente sospesa; l'uso del doppio sacco nella rete al fine di selezionare il pescato dai rifiuti purtroppo assai diffusi in mare»;

   questa protesta risale ad inizio anno, quando le rappresentanze delle marinerie proclamavano lo stato di agitazione per le medesime problematiche;

   il settore della pesca presenta grandi difficoltà, anche a livello economico, e comunque si tratta di un ramo molto importante dell'economia locale e nazionale; lavorare in mare richiede tanto sforzo e lavoro, ed i pescatori devono occuparsi di tanti adempimenti, tra cui l'etichettatura già tracciata attraverso il D.D.T. e il Loog Book –:

   quali iniziative il Ministro interrogato intenda adottare per la soluzione del caso sopra illustrato, a tutela della categoria delle marinerie.
(4-03708)