• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/00989 (3-00989)



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00989presentato daMOLINARI Riccardotesto diLunedì 30 settembre 2019, seduta n. 229

   MOLINARI, ANDREUZZA, BENVENUTO, BINELLI, BOLDI, CAFFARATTO, DARA, DURIGON, GALLI, GASTALDI, GIACCONE, GIGLIO VIGNA, GUSMEROLI, LIUNI, MACCANTI, MURELLI, PATASSINI, PETTAZZI, PIASTRA e TIRAMANI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   secondo quanto riportato su Il Sole 24 Ore del 29 settembre 2019, è sfumato il piano di salvataggio della Pernigotti, storica azienda di Novi Ligure (Alessandria) e per oltre un secolo e mezzo eccellenza imprenditoriale nel settore dolciario-alimentare italiano;

   nel 2013, si ricorda, il marchio era stato ceduto al gruppo Sanset dei fratelli turchi Ahmet e Zafer Toksoz, tra i principali produttori mondiali di nocciole;

   il 25 settembre 2019 si è interrotta la trattativa con l'imprenditore emiliano Giordano Emendatori per l'acquisto della divisione gelati; due giorni dopo, venerdì 27, i Toksoz hanno comunicato all'azienda torinese Spes il recesso dal contratto preliminare per la cessione del comparto cioccolato «in considerazione dell'impossibilità di addivenire alla definizione contrattuale con Emendatori»;

   gli accordi saltati avrebbero dovuto essere firmati il 30 settembre e la rottura riporta nello sconforto e nell'incertezza gli oltre 100 lavoratori (80 dipendenti più una cinquantina di interinali);

   la vicenda Pernigotti è esemplificativa del rischio che le aziende italiane corrono con l'acquisizione di marchi storici del made in Italy e la delocalizzazione della produzione, primi step di un disimpegno delle proprietà straniere in Italia con la progressiva chiusura degli stabilimenti nel nostro Paese ed un impatto disastroso sull'occupazione e sull'economia nazionale –:

   se e quali urgenti iniziative, nell'ambito delle proprie competenze, il Governo intenda assumere a salvaguardia dei livelli occupazionali della Pernigotti e, più in generale, a tutela dei marchi storici italiani e delle realtà produttive presenti sul nostro territorio.
(3-00989)