• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/00973 (3-00973)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-00973presentato daMOLINARI Riccardotesto diMartedì 24 settembre 2019, seduta n. 226

   MOLINARI, ANDREUZZA, BADOLE, BASINI, BAZZARO, BELLACHIOMA, BELOTTI, BENVENUTO, BIANCHI, BILLI, BINELLI, BISA, BITONCI, BOLDI, BONIARDI, BORDONALI, CLAUDIO BORGHI, BUBISUTTI, CAFFARATTO, CANTALAMESSA, CAPARVI, CAPITANIO, CASTIELLO, VANESSA CATTOI, CAVANDOLI, CECCHETTI, CENTEMERO, CESTARI, COIN, COLLA, COLMELLERE, COMAROLI, COMENCINI, COVOLO, ANDREA CRIPPA, DARA, DE ANGELIS, DE MARTINI, D'ERAMO, DI MURO, DI SAN MARTINO LORENZATO DI IVREA, DONINA, DURIGON, FANTUZ, FERRARI, FOGLIANI, LORENZO FONTANA, FORMENTINI, FOSCOLO, FRASSINI, FURGIUELE, GALLI, GASTALDI, GAVA, GERARDI, GIACCONE, GIACOMETTI, GIGLIO VIGNA, GIORGETTI, GOBBATO, GOLINELLI, GRIMOLDI, GUIDESI, GUSMEROLI, IEZZI, INVERNIZZI, LATINI, LAZZARINI, LEGNAIOLI, LIUNI, LOCATELLI, LOLINI, EVA LORENZONI, LOSS, LUCCHINI, MACCANTI, MAGGIONI, MANZATO, MARCHETTI, MATURI, MORELLI, MORRONE, MOSCHIONI, MURELLI, ALESSANDRO PAGANO, PANIZZUT, PAOLINI, PAROLO, PATASSINI, PATELLI, PATERNOSTER, PETTAZZI, PIASTRA, PICCHI, PICCOLO, POTENTI, PRETTO, RACCHELLA, RAFFAELLI, RIBOLLA, RIXI, SALTAMARTINI, SASSO, STEFANI, SUTTO, TARANTINO, TATEO, TIRAMANI, TOCCALINI, TOMASI, TOMBOLATO, TONELLI, TURRI, VALBUSA, VALLOTTO, VINCI, VIVIANI, RAFFAELE VOLPI, ZICCHIERI, ZIELLO, ZOFFILI e ZORDAN. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:

   all'indomani del giuramento del II Governo Conte, la stampa nazionale riportava di un primo scontro tra Partito Democratico e MoVimento 5 Stelle sulle concessioni autostradali;

   l'accordo di compromesso raggiunto durante la stesura del programma «giallorosso» prevede una «revisione» alquanto severa delle concessioni, rimandando al Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte qualunque decisione sulla revoca della concessione di Autostrade per l'Italia, sulla base di un parere giuridico voluto dal precedente Governo (nel quale erano state espresse perplessità molto forti sulla revoca per gli indennizzi che lo Stato dovrebbe pagare e si consigliava di mettersi al tavolo per una «rinegoziazione»);

   nelle interviste rilasciate dal Ministro interrogato all'indomani della formazione del Governo, parlando dei termini dell'accordo di Governo, è stato «escluso che la revoca sia all'ordine del giorno», aggiungendo di essere contraria alla cosiddetta «mini-Gronda» di Genova, «perché significherebbe perdere almeno altri sei anni attorno a un progetto pronto» e, quindi, di voler sbloccare il progetto della Gronda di Genova cui si era opposto il predecessore, l'ex Ministro Toninelli;

   «questa opera – ha detto il Ministro interrogato a Sky tg24 – rientra nel piano collegato alle concessioni autostradali. Deve essere chiaro che non c'è un'obiezione politica, quindi il Ministero si occuperà di sviluppare un percorso che acceleri e porti all'obiettivo»;

   in un'altra intervista al quotidiano La Stampa, replicando a una domanda sulla revoca delle concessioni ad Autostrade per l'Italia, ha detto che «nel programma di Governo c'è scritta una parola precisa e molto diversa: revisione. Dobbiamo rafforzare gli investimenti, la sicurezza e ridurre i costi per gli utenti»;

   tali affermazioni hanno coinciso con un rialzo di Atlantia – società che controlla Autostrade per l'Italia – a Piazza affari, che è tornata a superare in Borsa i livelli della quotazione precedente al crollo del Ponte Morandi;

   non sono tardate le reazioni del MoVimento 5 Stelle che, ribadendo la volontà del movimento di revocare la concessione ad Autostrade per l'Italia, ha dichiarato in un comunicato: «Le dichiarazioni attribuite al Ministro De Micheli – afferma un comunicato di MoVimento 5 Stelle nazionale – preoccupano. Se fossero vere, darebbero il via a una lotta molto dura con il Movimento ligure. Il fatto che si debba revisionare la situazione concessioni di Autostrade per l'Italia è certo. Revisione significa anche revoca delle concessioni per la tratta ligure della A10» –:

   se il Ministro interrogato non ritenga doveroso far chiarezza sugli intendimenti del Governo in merito alla revoca o meno delle concessioni autostradali.
(3-00973)