• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/03605 (4-03605)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-03605presentato daAMITRANO Alessandrotesto diMercoledì 18 settembre 2019, seduta n. 225

   AMITRANO, SARLI e FRATE. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro per i beni e le attività culturali, al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. — Per sapere – premesso che:

   la presenza di aree verdi nelle città rappresenta un fattore importante per la qualità della vita di chi ci abita e in tal senso, il verde urbano comprende tutti quegli spazi disponibili per i cittadini, dai giardini, ai parchi, al verde attrezzato di quartiere e altre infrastrutture;

   gli spazi verdi hanno un doppio ruolo significativo nelle città, poiché, da una parte, svolgono una funzione sociale, in quanto rappresentano per i cittadini un luogo di svago, dall'altra forniscono un servizio ambientale, dal momento che mitigano gli effetti delle isole di calore che si creano nelle aree urbane per via della cementificazione, inquinamento e altre cause; per tali ragioni, è importante che l'amministrazione pubblica e i comuni in particolare, si impegnino a promuovere lo sviluppo e il mantenimento del verde urbano;

   lo sviluppo del verde urbano è regolamentato dalla legge n. 10 del 2013 recante «Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani», che detta, in particolare, all'articolo 6, le disposizioni per la promozione di iniziative locali per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, affidando alle regioni, alle province e ai comuni la promozione e l'incremento degli spazi verdi, in base alle rispettive competenze e risorse;

   nella città metropolitana di Napoli, il Parco Virgiliano (così come la Villa comunale ed altri parchi cittadini), versa ormai da anni in una condizione di totale incuria e abbandono;

   il Parco Virgiliano detto anche «Parco della Rimembranza», in quanto realizzato dal famoso paesaggista Porcinai negli anni ’30 in ricordo dei caduti d'Africa, è un parco panoramico che sorge nel quartiere Posillipo, a Napoli, si estende su un'area di circa 92.000 metri quadrati caratterizzata da un panorama mozzafiato di indubbio richiamo turistico ed è caratterizzato al suo interno da alberi e arbusti di diverse specie quali pini, querce, eucalipti, e un denso sottobosco di macchia mediterranea con mirto, rosmarino, lentisco, corbezzoli e fillirea;

   il Parco si trova in uno stato di evidente degrado a causa della totale assenza di cura e manutenzione, nonostante rappresenti, insieme alla Villa Comunale, il più grande polmone di ossigeno per una città come Napoli che, tra l'altro, dai dati Ispra 2018, risulta essere tra le città a più basso indice di verde per abitante;

   la mutazione del Parco Virgiliano e del lungo viale di accesso allo stesso, favorita da anni dalla incuria di chi dovrebbe badare al decoro della città, si è manifestata ai cittadini napoletani dopo l'abbattimento di centinaia di pini domestici, morti a seguito di attacchi di parassiti contro i quali nessun intervento è stato posto in essere;

   la circostanza ha determinato il malcontento della popolazione che da molti anni ormai, aveva denunciato il degrado e la totale assenza di manutenzione del verde pubblico cittadino, in particolare sullo stato degli alberi e dei pini domestici (Pinus pinea) che circondavano il Parco Virgiliano;

   l'eliminazione del verde ha stravolto il paesaggio originario, poiché soprattutto le centinaia di pini abbattuti rappresentavano per i cittadini napoletani, un elemento caratterizzante del contesto ambientale, storico e culturale della città di Napoli e lo scenario che si presenta ai fruitori del sito in questi giorni, è quello di una distesa di brulla di ceppaie ormai inerti di alberi falcidiati –:

   quali iniziative i Ministri interrogati intendano assumere, per quanto di propria competenza, sia rispetto alla cura che al ripristino del patrimonio arboreo citato, nel rispetto degli obblighi paesaggistici derivanti dal vincolo del decreto legislativo n. 42 del 2004 e del piano territoriale paesistico di Posillipo gravanti sull'area, oltre che dalla legge citata in premessa, al fine di salvaguardare, il particolare pregio panoramico, paesaggistico e ambientale del Parco Virgiliano di Napoli.
(4-03605)