• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/00961 (3-00961)



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00961presentato daSANTELLI Joletesto diMartedì 17 settembre 2019, seduta n. 224

   SANTELLI. — Al Ministro della salute, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

   la regione Calabria con la deliberazione della giunta regionale n. 21 del 15 aprile 2002, come modificata e integrata dalla deliberazione della giunta regionale 446/2006, ha imposto alle aziende ospedaliere calabresi e territoriali di riqualificare il personale dipendente di strutture pubbliche e il personale che presta la propria opera con le società appaltatrici di servizi;

   nel marzo 2008 con un protocollo d'intesa con le organizzazioni sindacali, la giunta Loiero deliberò la stabilizzazione del personale sanitario e l'internalizzazione dei servizi ospedalieri. Il lungo commissariamento della sanità calabrese e il blocco del turn over hanno di fatto bloccato il percorso di internalizzazione lasciandoli nel limbo degli appalti come operatori socio-sanitari nelle cooperative che si sono succedute negli anni;

   le aziende ospedaliere calabresi vivono da anni una situazione di sofferenza per la carenza di organico dovuta al blocco del turno over;

   il «decreto Calabria» non ha previsto il via libera a nuove assunzioni;

   in questi giorni 82 lavoratori OSS esternalizzati Coopservice/Multiservice dell'azienda ospedaliera di Cosenza si sono visti recapitare dalla cooperativa per cui prestano servizio da oltre vent'anni, le lettere di licenziamento, previsto il 30 settembre 2019;

   la regione Calabria in passato ha finanziato diversi corsi di formazione per qualificare molti di questi lavoratori che non avevano i titoli necessari;

   in tutti gli ospedali calabresi sussiste questa situazione di carenza di organico del personale che inevitabilmente mette a rischio i servizi;

   l'azienda ospedaliera ha previsto l'assunzione di 25 OSS a tempo determinato, attingendo da una graduatoria di un'altra provincia calabrese, quella di Reggio Calabria –:

   quale iniziative il Governo intenda intraprendere, per quanto di competenza, anche per il tramite del Commissario ad acta per l'attuazione del piano di rientro dai disavanzi sanitari della regione Calabria, al fine di arrivare ad una definitiva stabilizzazione di questi precarie garantire l'efficacia e l'efficienza del servizio sanitario nell'azienda ospedaliera di Cosenza
(3-00961)