• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02670 (5-02670)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02670presentato daFIORINI Benedettatesto diGiovedì 1 agosto 2019, seduta n. 220

   FIORINI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

   la bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo, opera ancora mai avviata, è infrastruttura di collegamento tra la A22 e la strada statale 467 Pedemontana, ed è considerata una delle tre opere strategiche (insieme alla Cispadana e al Passante di mezzo) per lo sviluppo della regione Emilia-Romagna;

   la bretella Campogalliano-Sassuolo rappresenta una infrastruttura fondamentale per la zona e la sua realizzazione porterebbe, tra l'altro, un importante beneficio sgravando la viabilità ordinaria dal traffico soprattutto dei mezzi pesanti con effetti positivi anche per la sicurezza stradale;

   l'infrastruttura inoltre, sarebbe decisiva anche per i distretti industriali dell'Emilia, a cominciare da quei settori di eccellenza come l'industria ceramica. Il solo distretto di Sassuolo, occupa 25 mila addetti diretti e fattura oltre 6,5 miliardi di euro;

   l’iter procedurale è partito nel 2001, i lavori avrebbero dovuto avviarsi entro maggio 2018, ma sono stati bloccati per la decisione del Ministro interrogato di chiedere anche per quest'opera la valutazione «costi-benefici», per valutare l'opportunità di realizzare l'autostrada;

   il 20 marzo 2019 lo stesso Ministro interrogato confermava l'esito positivo dell'analisi costi-benefici;

   seppure si tratti di un'opera fondamentale per il distretto ceramico, e nonostante l'esito positivo della suddetta analisi costi-benefici, tutto rimane ancora fermo in attesa di fatto dell’«ok» definitivo del Ministro;

   la comunità locale e il tessuto produttivo, chiedono con forza da tempo l'inizio dei lavori della bretella Campogalliano-Sassuolo che è attesa da decenni;

   come ha dichiarato il presidente di Confindustria Ceramica, Giovanni Savorani, «è inaccettabile che il ministero non rispetti i tempi delle decisioni, e che venga trattato in questo modo l'intero distretto, che dà lavoro a 25 mila addetti diretti e altrettanti nell'indotto, così come non è accettabile il rischio che i cittadini continuano a correre su strade intasate da camion»;

   l'ennesimo ritardo da parte del Ministro per l'avvio dell'opera autostradale, rappresenta, ad avviso dell'interrogante, di fatto un inqualificabile e ingiustificato boicottaggio nei confronti della regione dei cittadini e delle tante realtà produttive presenti sul territorio –:

   quali siano le ragioni per le quali il Ministero ritardi l'avvio dei lavori per la realizzazione di un'opera strategica quale è la bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo, con un danno fortissimo per i distretti industriali dell'Emilia, a cominciare da quei settori di eccellenza come l'industria ceramica.
(5-02670)