• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02645 (5-02645)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-02645presentato daBENEDETTI Silviatesto diMartedì 30 luglio 2019, seduta n. 218

   BENEDETTI, SCHULLIAN e CUNIAL. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. — Per sapere – premesso che:

   nella risposta all'interrogazione n. 5-00233 del luglio 2018 il Governo aveva ricordato che l'uso dei prodotti fitosanitari è stato «oggetto di una profonda revisione normativa a partire dalla Direttiva 2009/128/CE, recepita nel nostro Ordinamento dal decreto legislativo n. 150 del 14 agosto 2012 che ha previsto l'adozione di un Piano d'Azione Nazionale (PAN), attuato con decreto 22 gennaio 2014 del Ministro delle politiche agricole, di concerto con i Ministri dell'ambiente e della salute al fine di tutelare la salute umana a l'ambiente, il PAN definisce obiettivi e strategie da perseguire ai fini di un uso più corretto e sostenibile dei prodotti, attraverso la riduzione del rischio connesso all'utilizzo degli stessi»;

   il piano d'azione nazionale (Pan) è scaduto il 12 febbraio 2019 e la sua revisione avrebbe dovuto essere licenziata entro il mese di aprile 2019: i tre Ministeri competenti (Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Ministero della salute) avrebbero dovuto presentare la nuova bozza per sottoporla alla consultazione pubblica;

   secondo una denuncia di Wwf Italia, FederBio, Lipu, Legambiente e Isde, nonché di tutto il coordinamento Cambia la Terra, la bozza del nuovo Pan, predisposta il 17 aprile 2019 dal comitato tecnico-scientifico competente, ha il parere favorevole dei gabinetti politici dei Ministeri dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e della salute, ma sarebbe bloccato al Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo;

   in virtù anche di ciò che il Governo stesso riconosce, cioè che vi sono dei rischi connessi all'utilizzo dei fitosanitari, è più che mai urgente fornire indicazioni normative precise. Come evidenziano le associazioni citate, le questioni cui il Pan deve rispondere sono le distanze di sicurezza da abitazioni e da aree sensibili, la contaminazione accidentale delle coltivazioni biologiche; l'adeguata comunicazione sui giorni di trattamento, il divieto di utilizzo di princìpi attivi tossici e nocivi per specie di flora e fauna selvatiche nei siti Natura 2000 e la contaminazione delle acque superficiali e sotterranee –:

   quali siano gli ostacoli alla urgente pubblicazione del nuovo Pan con le disposizioni normative relative alle problematiche rappresentate anche dalle associazioni di cui in premessa.
(5-02645)