• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/00478-A/009    premesso che:     il testo in esame reca «Disposizioni per la promozione e il sostegno alla lettura» ed in particolare all'articolo 7 si prevedono misure per il contrasto...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/00478-A/009presentato daGALLO Luigitesto diMartedì 16 luglio 2019, seduta n. 209

   La Camera,
   premesso che:
    il testo in esame reca «Disposizioni per la promozione e il sostegno alla lettura» ed in particolare all'articolo 7 si prevedono misure per il contrasto della povertà educativa e culturale attraverso l'istituzione di una «Carta della cultura». Si tratta, in particolare, di una Carta elettronica destinata all'acquisto di libri, anche digitali, muniti di codice ISBN, nonché di prodotti e servizi culturali, da parte di cittadini italiani e stranieri residenti nel territorio nazionale e appartenenti a nuclei familiari economicamente svantaggiati;
    tenuto conto che:
    la povertà educativa e culturale affonda le proprie radici in molteplici aspetti che sono riconducibili alla esiguità sul territorio di riferimento di opportunità culturali, scolastiche, sociali e formative, tutte in relazione tra loro. In Italia il 12,5 per cento dei minori di 18 anni si trova in povertà assoluta. Significa che oltre 1,2 milioni di giovani vive in una famiglia che non può permettersi le spese minime per condurre uno stile di vita accettabile. Di questi, mezzo milione abita nel mezzogiorno. Un disagio economico che spesso si traduce in divario educativo;
   considerato che:
    i più recenti dati Ocse-Pisa elaborati dall'università di Tor Vergata per Save the Children ci indicano come i ragazzi delle famiglie più povere abbiano risultati in lettura e matematica molto inferiori ai coetanei. Non raggiungono le competenze minime in matematica e lettura il 24 per cento dei ragazzi provenienti dalle famiglie più svantaggiate, contro il 5 per cento di quelli che vivono in famiglie agiate. Un fenomeno negativo, perché porta le disuguaglianze economiche, educative, culturali e sociali a tramandarsi dai genitori ai figli;
    i dati mostrano come povertà economica e povertà educativa siano direttamente proporzionale e confermano che la carenza di mezzi culturali riduce anche le opportunità occupazionali e così le ristrettezze economiche, limitando l'accesso alle risorse culturali ed educative, finiscono per diventare un limite per le famiglie svantaggiate;
    tenuto conto inoltre che:
    l'articolo 7 prevede, altresì, la costituzione di un fondo nello stato di previsione del Ministero per i beni e le attività culturali denominato «Carta della cultura» che si ritiene essere un'efficace opportunità per la lotta alla povertà educativa e culturale che necessita però di essere alimentato da nuove e più consistenti risorse soprattutto per ampliare la platea dei soggetti fruitori della carta della cultura,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di prevedere nella prossima legge di bilancio, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, l'incremento del suddetto fondo anche per offrire alle famiglie economicamente svantaggiate preziose opportunità di riscatto sociale, economico e culturale.
9/478-A/9. Gallo, Acunzo, Azzolina, Bella, Casa, Frate, Lattanzio, Mariani, Melicchio, Nitti, Testamento, Torto, Tuzi, Villani.