• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/01698-A/018    premesso che:     il provvedimento in esame reca la delega al Governo per l'adozione di uno o più decreti legislativi in materia di turismo, contestualmente individuando i...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/01698-A/018presentato daSPORTIELLO Gildatesto diMercoledì 10 luglio 2019, seduta n. 206

   La Camera,
   premesso che:
    il provvedimento in esame reca la delega al Governo per l'adozione di uno o più decreti legislativi in materia di turismo, contestualmente individuando i relativi princìpi e criteri direttivi;
    all'articolo 1, comma 2, lettera a), come modificato nel corso dell'esame in sede referente, il numero 1) reca tra i criteri direttivi lungo i quali procedere per organizzare le disposizioni per settori omogenei o per specifiche attività o gruppi di attività, mediante la revisione e l'aggiornamento del codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo, di cui al decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79, e, ove necessario, prevedere nuove disposizioni per la regolamentazione di settori turistici emergenti, anche quello relativo al turismo sostenibile, basato su un'offerta turistica in cui l'attrattiva sia fondata sul mantenimento dell'integrità culturale, dei processi ecologici essenziali, della diversità biologica e dei sistemi di vita dei territori interessati;
    alla luce dell'aumento dei flussi turistici in tutto il mondo, l'Organizzazione mondiale del Turismo (Unwto) ha recentemente dedicato un intero Rapporto al fenomeno dell’overtourism, proponendo 11 strategie e 68 misure. Un problema importante anche per il Goal 11;
    il termine overtourism è ancora poco conosciuto e viene utilizzato da quando il numero dei turisti è cresciuto così tanto da mettere in crisi molte città ospitanti. A rischio non sono solo le risorse naturali e le infrastrutture, ma anche l'impatto socioculturale dei turisti verso le popolazioni locali;
    secondo le stime dell'Unwto, negli ultimi decenni i turisti internazionali sono passati da 25 milioni nel 1950, a oltre 1,3 miliardi nel 2017;
    il turismo è un settore in forte crescita: lo sviluppo economico, la riduzione dei costi di trasporto, le facilitazioni di viaggio e una classe economica media in crescita, hanno reso le città turistiche sempre più popolari. Un trend che secondo l'Unwto continuerà a crescere del 3,3 per cento all'anno fino al 2030;
    la crescita del turismo crea sfide importanti legate allo sviluppo sostenibile. Il turismo deve essere in grado di ridurre al minimo l'impatto sulle risorse naturali, sui fattori socio-culturali, sulle infrastrutture e sulla mobilità;
    negli ultimi anni, l'aumento dell'offerta di alloggi turistici ha creato, altresì, casi di sovraffollamento, e gentrificazione;
    l’overtourism è esattamente l'opposto del turismo sostenibile e responsabile, capace invece di creare posti migliori in cui vivere e luoghi migliori da visitare,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di definire, anche nell'ambito dell'elaborazione del prossimo Piano strategico per il turismo, d'intesa con le Regioni e gli enti locali, criteri e parametri omogenei in merito alla capacità di carico dei territori interessati, con particolare riferimento ai siti più vulnerabili.
9/1698-A/18. Sportiello.