• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02457 (5-02457)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02457presentato daDE FILIPPO Vitotesto diVenerdì 5 luglio 2019, seduta n. 203

   DE FILIPPO. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

   l'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), ente pubblico non economico dotato di autonomia regolamentare, organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile e finanziaria, istituito con il decreto legislativo 25 luglio 1997, n. 250, è sottoposto all'indirizzo, vigilanza e controllo del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti;

   ai sensi dell'articolo 4 del medesimo decreto legislativo, sono organi dell'Enac, il presidente, il consiglio di amministrazione, il collegio dei revisori dei conti e il direttore generale;

   l'attuale direttore generale è stato confermato nel suo incarico con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 1° luglio 2014, per un ulteriore periodo di cinque anni;

   ai sensi dell'articolo 4, comma 5, del citato decreto legislativo, il direttore generale è nominato, per la durata di cinque anni, con le stesse procedure del consiglio di amministrazione;

   ai sensi dell'articolo 4, comma 3, il consiglio di amministrazione rimane in carica cinque anni e la nomina dei suoi componenti è rinnovabile per una sola volta;

   l'attuale quadro normativo, rappresentato dal decreto legislativo n. 165 del 2001, così, come modificato dal decreto-legge n. 95 del 2012 (convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012 n. 135), all'articolo 16, comma 1, lettera l-quater), dalla legge n. 190 del 2012, articolo 1, comma 4, lettera e), articolo 1, comma 5, lettera b), articolo 1, comma 10, lettera b), dalle linee di indirizzo del Comitato interministeriale istituito con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 16 gennaio 2013, dal Piano nazionale anticorruzione, dalla delibera dell'Anac n. 13 del 4 febbraio 2015, delinea una serie di regole e criteri per la rotazione del personale dirigente all'interno della pubblica amministrazione;

   ad oggi, nonostante il secondo mandato dell'attuale direttore generale sia giunto ormai alla scadenza, non risulta all'interrogante alcuna iniziativa da parte del Ministro interrogato finalizzata alla scelta di un successore –:

   quali iniziative stia assumendo il Ministro interrogato per la nomina del nuovo direttore generale di Enac, nel rispetto della normativa vigente.
(5-02457)