• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/00760 (3-00760)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-00760presentato daMOLINARI Riccardotesto diMartedì 4 giugno 2019, seduta n. 184

   MOLINARI, ANDREUZZA, BADOLE, BASINI, BAZZARO, BELLACHIOMA, BELOTTI, BENVENUTO, BIANCHI, BILLI, BINELLI, BISA, BOLDI, BONIARDI, BORDONALI, CLAUDIO BORGHI, BUBISUTTI, CAFFARATTO, CANTALAMESSA, CAPARVI, CAPITANIO, VANESSA CATTOI, CAVANDOLI, CECCHETTI, CENTEMERO, CESTARI, COIN, COLLA, COLMELLERE, COMAROLI, COMENCINI, COVOLO, ANDREA CRIPPA, DARA, DE ANGELIS, DE MARTINI, D'ERAMO, DI MURO, DI SAN MARTINO LORENZATO DI IVREA, DONINA, FANTUZ, FERRARI, FOGLIANI, FORMENTINI, FOSCOLO, FRASSINI, FURGIUELE, GASTALDI, GERARDI, GIACCONE, GIACOMETTI, GIGLIO VIGNA, GOBBATO, GOLINELLI, GRIMOLDI, GUSMEROLI, IEZZI, INVERNIZZI, LATINI, LAZZARINI, LEGNAIOLI, LIUNI, LO MONTE, LOCATELLI, LOLINI, EVA LORENZONI, LUCCHINI, MACCANTI, MAGGIONI, MARCHETTI, MATURI, MORELLI, MOSCHIONI, MURELLI, ALESSANDRO PAGANO, PANIZZUT, PAOLINI, PAROLO, PATASSINI, PATELLI, PATERNOSTER, PETTAZZI, PIASTRA, PICCOLO, POTENTI, PRETTO, RACCHELLA, RAFFAELLI, RIBOLLA, SALTAMARTINI, SASSO, STEFANI, TARANTINO, TATEO, TIRAMANI, TOCCALINI, TOMASI, TOMBOLATO, TONELLI, TURRI, VALBUSA, VALLOTTO, VINCI, VIVIANI, ZICCHIERI, ZIELLO, ZÓFFILI e ZORDAN. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:

   a seguito di gara pubblica, nel 2007, è stata affidata alla società di progetto Autostrada Asti Cuneo s.p.a. la concessione per la progettazione, realizzazione e gestione del collegamento autostradale da Asti a Cuneo, in parte già realizzato da Anas s.p.a. La concessione aveva durata di 23,5 anni decorrenti dalla fine dei lavori;

   la società Autostrada Asti Cuneo s.p.a. ha ottemperato agli obblighi di conversione realizzando, al 31 dicembre 2016, n. 7 lotti per un importo complessivo di circa 480 milioni di euro, di cui 200 milioni di contributo pubblico previsto in sede di gara e 280 milioni di finanziamento da parte del concessionario, che a tutt'oggi non è stato ammortizzato neppure in minima parte, con conseguente grave pregiudizio per il concessionario stesso;

   il contemporaneo effetto dell'incremento dei costi di investimento, non imputabile al concessionario, e della riduzione dei volumi di traffico, anche a causa dell'impatto negativo nell'area provocato dalla sopravvenuta crisi economica del 2008, ha determinato l'alterazione dell'equilibrio economico-finanziario della concessione, che ha impedito al concessionario di completare l'opera almeno nella misura necessaria ad assicurare la funzionalità del collegamento autostradale tra le due città;

   stanti la peculiarità dell'operazione e le posizioni più volte espresse dalla Commissione europea in materia di aiuti di Stato, il Governo, tramite il Ministro concedente, ha avviato un confronto con gli uffici competenti della Commissione stessa e, in data 27 aprile 2018, è stato emesso un comunicato con cui veniva formalizzata la decisione della Commissione europea a favore dell'operazione. A questo atto dovranno seguire le approvazioni degli atti aggiuntivi alla convenzione a cura degli organi istituzionali italiani preposti;

   il 1° agosto 2018 il Ministro interrogato, in risposta ad un'interrogazione a risposta immediata in Aula, assicurava le istituzioni e i cittadini delle due province interessate della ferma intenzione del Ministero di portare a completamento l'infrastruttura attraverso l'individuazione in tempi rapidi della migliore soluzione per poter far partire l'opera nei prossimi mesi;

   tuttavia, a distanza di circa un anno nulla è stato fatto, in particolare per i 9 chilometri mancanti del tratto Cerasco-Alba –:

   quale sia lo stato dell'arte dell'approvazione del progetto e del piano economico-finanziario da parte del Cipe e quali iniziative urgenti il Ministro interrogato intenda adottare per garantire in tempi rapidi il completamento del collegamento autostradale da Asti a Cuneo.
(3-00760)