• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02151 (5-02151)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02151presentato daPRESTIPINO Patriziatesto diLunedì 27 maggio 2019, seduta n. 178

   PRESTIPINO. — Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:

   nella giornata del 17 maggio 2019 gli organi di stampa hanno riportato un grave episodio avvenuto nella scuola primaria «Eugenio Montale» di Gioia Tauro, che ha visto come vittima un gatto che, disorientato, si era introdotto in una classe;

   dopo l'ingresso dentro l'aula, il gatto, come riferito dall'associazione «Animalisti italiani», è stato colpito brutalmente dal collaboratore scolastico di fronte ai bambini, invece di favorire l'uscita dell'animale con altri metodi;

   dopo i gravissimi maltrattamenti subiti, il gatto è stato abbandonato agonizzante sul pavimento sino alla sua morte, davanti allo sguardo dei bambini ormai sotto shock;

   saranno quindi da valutare con attenzione le conseguenze emotive sui bambini che sono stati costretti ad assistere a un atto di violenza sfacciata come questo;

   dell'accaduto è stato immediatamente interessato il Garante per l'infanzia e l'adolescenza della regione Calabria, il quale in un comunicato ha definito l'episodio «tra le denunce più raccapriccianti che io abbia raccolto nel corso del mio mandato istituzionale»;

   secondo l'interrogante è inammissibile che un simile atto di crudeltà, da condannare duramente in ogni contesto, sia avvenuto per di più di fronte ai bambini di una scuola primaria, luogo dove prima di tutto deve essere insegnato il rispetto per la vita e garantito lo sviluppo della cultura della sensibilità individuale –:

   se e quali iniziative di competenza si intendano adottare nei confronti dell'autore di questo atto di crudeltà e di chiunque altro dovesse risultare coinvolto nella vicenda a vario titolo;

   se il Ministro interrogato non ritenga opportuno avviare programmi di sensibilizzazione nelle scuole, sia per studenti sia per docenti, in merito ai diritti degli animali e al loro benessere, anche alla luce del riconoscimento degli stessi quali «esseri senzienti» da parte dell'Unione europea con il Trattato di Lisbona.
(5-02151)