• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02148 (5-02148)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02148presentato daPAGANI Albertotesto diVenerdì 17 maggio 2019, seduta n. 177

   PAGANI. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   come noto, il decreto de Presidente della Repubblica 28 febbraio 2012, n. 64, recante il «Regolamento di servizio del Corpo nazionale dei vigili del fuoco», all'articolo 7, comma 3, lettera i), richiama, tra i doveri generali del personale, la massima diligenza nell'uso e nella custodia dei dispositivi di protezione individuale, tra i quali rientra l'uniforme da intervento nonché, alla successiva lettera l) dispone di non valersi di quanto è di proprietà dell'Amministrazione per ragioni che non siano di servizio;

   al successivo articolo 8, comma 2, chiarisce che il personale conforma il proprio aspetto all'esigenza di indossare correttamente l'elmo e gli altri dispositivi di protezione individuale, in modo da non invalidarne l'uso;

   in occasione delle prossime elezioni amministrative del 26 maggio 2019 per il comune di Spinea, uno dei candidati, facilmente riconducibile alla lista di un partito politico, ha utilizzato la propria immagine con la divisa, riproducendola sul materiale elettorale;

   un comportamento che, anche alla luce della recente circolare emanata in data 14 maggio 2019 (Registro Ufficiale U 0009818) dal capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, avente come oggetto «Utilizzo uniforme operativa in dotazione al personale appartenente al C.N.VV.F», all'interrogante, appare inappropriato e censurabile –:

   quali iniziative di competenza intenda intraprendere affinché sia impedito l'utilizzo strumentale dell'uniforme dei vigili del fuoco e, più in generale delle uniformi dei corpi dello Stato, per fini elettorali, ovvero per finalità inevitabilmente di parte, così come verificatosi nell'episodio indicato in premessa.
(5-02148)