• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/02800 (4-02800)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02800presentato daFOTI Tommasotesto diMartedì 30 aprile 2019, seduta n. 168

   FOTI. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   la gara d'appalto, con procedura ristretta, indetta da Sogin spa per la realizzazione di un intervento di adeguamento di fabbricato esistente a deposito per lo stoccaggio temporaneo di rifiuti radioattivi (B106) venne aggiudicata a Belli srl per un importo di euro 1.118.066.57 oltre l'Iva di legge;

   nel corso dell'esecuzione del detto contratto d'appalto risultano stipulate alcune varianti, che in atti si asserisce essere state imposte, rispetto al progetto esecutivo originario, dell'autorità di controllo nucleare. Il costo complessivo delle quattro varianti ammonta a euro 760.935,04;

   oltre a dette varianti che hanno inciso per oltre il 60 per cento sullo importo di aggiudicazione dell'appalto, l'appaltatore ha formulato una serie di riserve per maggiori compensi e indennità per un importo complessivo euro 2.346.255.62. Al riguardo si evidenzia che la più onerosa delle riserve (oltre 1 milione di euro) riguardava la sospensione dei lavori per quasi un anno in ragione della mancata approvazione del Rapporto di progetto particolareggiato da parte di Ispra;

   con nota protocollo Sogin n. 3299 del 18 gennaio 2019 veniva inviata a Belli srl proposta di accordo di transazione e ancora prima della adesione alla stessa da parte della società veniva eseguita dal sito di Borgo Marengo «l'entrata merci» (protocollo n. 3300 e n. 3302) e ciò consentiva di conteggiare, nell'ultimo giorno utile, dette spese a valere sul budget delle stesse per il 2018;

   appare anomalo all'interrogante il fatto che si consideri positivamente ai fini dello sviluppo dell'attività di decommissioning la mera esecuzione di spese, con conseguente premialità per la dirigenza che raggiunge gli obiettivi di spesa assegnati, e ciò indipendentemente dalle ragioni per cui le stesse vengono sostenute –:

   se, con riferimento ai fatti suesposti, intenda richiedere a Sogin spa di fornire adeguati chiarimenti, in considerazione dell'evidente lievitazione dei costi sostenuti per l'intervento che qui interessa, atteso anche che le decisioni assunte da Sogin spa al riguardo parrebbero all'interrogante contrastare con le vigenti disposizioni in materia di appalti e con le direttive emanate dall'Autorità nazionale anti corruzione.
(4-02800)