• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/02692 (4-02692)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02692presentato daBILOTTI Annatesto diMartedì 9 aprile 2019, seduta n. 159

   BILOTTI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. — Per sapere – premesso che:

   la regione Campania già cronicamente afflitta da carenze strutturali e impiantistiche in merito alla gestione dei rifiuti, è in procinto di affrontare una nuova emergenza, alla luce dello «stop», per manutenzione, a settembre 2019, dell'unico termovalorizzatore regionale, quello sito nel comune di Acerra;

   la legge regionale di riordino del ciclo rifiuti del 2015 è lontana dal produrre i suoi effetti visto che gli ambiti territoriali omogenei (Ato) che dovrebbero pianificare, organizzare e mettere in pratica il servizio di raccolta e smaltimento, sono tutt'altro che operativi;

   a riprova di quanto detto sono sia le determinazioni della giunta regionale sulla realizzazione di nuovi impianti di compostaggio, nelle more della costituzione degli Ato, sia le sporadiche determinazioni di sindaci che programmano iniziative senza alcun coordinamento disposto con la pianificazione regionale;

   a questo proposito, i comuni di Pontecagnano e Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, hanno sottoscritto un protocollo di intesa per la realizzazione di un ecodistretto, costituito da aree di stoccaggio rifiuti e impiantistica di compostaggio senza alcuna considerazione tecnica ed economica che contestualizzasse le opere nell'ambito provinciale di competenza –:

   quali iniziative di competenza intenda assumere, d'intesa con la regione Campania, anche valutando l'istituzione di una cabina di regia per affrontare le problematiche connesse alla gestione dei rifiuti, come accaduto per la regione Lazio, al fine di affrontare l'ennesima ed imminente emergenza ambientale e dei rifiuti, in particolare alla luce del fatto che le proposte progettuali di impiantistica di singoli comuni del tutto avulse da una pianificazione regionale non possono rappresentare una soluzione del problema.
(4-02692)