• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00421 (5-00421)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 13 settembre 2018
nell'allegato al bollettino in Commissione VIII (Ambiente)
5-00421

  Per quanto riferisce la società ANAS, la sospensione delle attività lavorative nei cantieri della SS 76, conseguente alle difficoltà evidenziate dalla principale impresa affidataria Astaldi S.p.A., appare in corso di risoluzione.
  Infatti il Contraente generale del Maxi Lotto 2 ha provveduto agli adempimenti nei confronti degli affidatari, consentendo alla società committente Quadrilatero di procedere ai pagamenti dei SAL (Stato Avanzamento Lavori), anche grazie all'acquisizione di specifiche garanzie per la pronta ripresa dei lavori.
  Inoltre, lo scorso 29 agosto è intervenuta la consegna dei lavori del 2o lotto funzionale della Pedemontana delle Marche e alla prossima seduta del CIPE, che si terrà ragionevolmente nella prima decade di ottobre, è prevista l'approvazione dei progetti della SS 76 – Perizia di variante n. 6 (gallerie Gola della Rossa e S. Silvestro) e dei lotti 3o e 4o della medesima Pedemontana, così da fornire al Contraente generale la continuità dei lavori.
  Per quanto attiene alla programmazione dei lavori della SS 76, con l'effettiva ripresa degli stessi sarà possibile aggiornare il crono-programma contrattuale con il differimento, ad oggi di oltre 3 mesi, dei termini previsti per le aperture al traffico dei due tratti in cui è divisa l'opera, Fossato di Vico-Cancelli entro il 2018 e Albacina-Serra San Quirico entro il 2019.
  Infine, per quanto riguarda il tempo stimato per il completamento dell'intero progetto Quadrilatero, è possibile prevedere circa 5 anni a partire dall'approvazione da parte del CIPE dell'aggiornamento del Contratto di Programma MIT/ANAS 2016-2020, sul quale sono state stanziate le risorse necessarie con legge di bilancio 2018.