• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/00739 PARRINI, BINI, MARCUCCI, VERDUCCI, ALFIERI, NANNICINI, COMINCINI, BOLDRINI, SBROLLINI, SUDANO, ROJC, MAGORNO, CIRINNA', MARINO, MESSINA Assuntela, D'ARIENZO, ROSSOMANDO, MALPEZZI, MARGIOTTA,...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-00739 presentata da DARIO PARRINI
mercoledì 27 marzo 2019, seduta n.103

PARRINI, BINI, MARCUCCI, VERDUCCI, ALFIERI, NANNICINI, COMINCINI, BOLDRINI, SBROLLINI, SUDANO, ROJC, MAGORNO, CIRINNA', MARINO, MESSINA Assuntela, D'ARIENZO, ROSSOMANDO, MALPEZZI, MARGIOTTA, VATTUONE, GINETTI, BELLANOVA, CUCCA, FEDELI, MANCA, BITI, STEFANO, FERRAZZI, PINOTTI - Al Ministro dell'interno. - Premesso che, a quanto risulta agli interroganti:

nella giornata di sabato 23 marzo 2019, l'organizzazione di estrema destra "Forza nuova" ha manifestato a Prato nella ricorrenza dei cento anni dalla nascita dei Fasci di combattimento;

l'organizzazione ha celebrato l'anniversario con la scritta "100", ben visibile sui manifesti preparati per il corteo, ufficialmente organizzato per protestare contro le attuali politiche sull'immigrazione;

il dirigente di Forza nuova, Roberto Fiore, già condannato in passato per banda armata e associazione sovversiva come capo di "Terza posizione", l'organizzazione che alla fine degli anni '70 ha riunito alcuni dei criminali più violenti della destra neofascista, ha dichiarato a margine della manifestazione: "Come cento anni fa, quando pochi ma decisi italiani iniziarono a risollevare il destino della patria, oggi Forza nuova è pronta a salvare l'Italia per portarla laddove il suo destino la chiama";

considerato che:

la XII disposizione transitoria e finale della Costituzione vieta la ricostituzione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista;

la legge n. 645 del 1952 sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche;

rilevato che, secondo quanto risulta agli interroganti:

il segretario nazionale di Forza nuova, Roberto Fiore, ha scritto una lettera dal contenuto apertamente intimidatorio al questore per avvertire che, se fosse stata revocata l'autorizzazione a manifestare il 23 marzo a Prato, la città sarebbe stata trasformata in un "test case", dove la sua organizzazione avrebbe imposto in modo permanente la sua presenza;

nella stessa missiva, Fiore ha dichiarato che Forza nuova non avrebbe accettato nessuna compressione del diritto alla parola, né qualsivoglia tentativo di discriminazione, ricordando al questore l'orientamento politico del nuovo Governo e il fatto che la carica di Ministro dell'interno è ricoperta dal segretario federale della Lega, Matteo Salvini;

tenuto conto che il prefetto e il questore hanno deciso di non vietare la manifestazione di Forza nuova, nonostante la richiesta ufficiale del sindaco, di partiti e associazioni democratiche e la natura apertamente celebrativa della nascita dei Fasci di combattimento assunta dalla manifestazione,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non ritenga che le autorità di pubblica sicurezza avessero il dovere di non autorizzare lo svolgimento di un'iniziativa di palese apologia del fascismo e in aperto contrasto con norme imperative di legge e con i principi fondanti della Costituzione repubblicana;

come intenda porre riparo al grave discredito di cui è oggetto il Ministero di cui è titolare, in conseguenza delle dichiarazioni intimidatorie di un ex terrorista neofascista e del suo sparuto gruppo di nostalgici del ventennio, che non solo hanno indebitamente condizionato le decisioni di ordine pubblico di un rappresentante delle istituzioni democratiche, ma che lo hanno fatto alludendo ad una supposta protezione politica che organizzazioni neofasciste come Forza nuova godrebbero da parte del Governo e, in particolare, da parte del Ministro dell'interno.

(3-00739)