• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01726 (5-01726)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 21 marzo 2019
nell'allegato al bollettino in Commissione II (Giustizia)
5-01726

  Questo Ministero si è prontamente attivato al fine di verificare quanto esposto dall'Onorevole interrogante acquisendo elementi informativi dalla competente Procura della Repubblica di Asti.
  Sulla scorta degli atti trasmessi, risulta che la vicenda denunciata dall'avvocato Caranzano ha dato origine ad un fascicolo rispetto a cui l'autorità requirente ha già formulato richiesta di archiviazione.
  In particolare, l'ipotesi di possibili intercettazioni illecite non avrebbe trovato alcun riscontro investigativo all'esito degli accertamenti svolti dalla polizia giudiziaria.
  Al contrario, il compendio istruttorio avrebbe rivelato che l'associazione dei nominativi in questione alle spese per intercettazioni sarebbe frutto di un disguido informatico relativo al foglio notizie del programma SIAMM.
  Tale anomalia risulta peraltro essere già stata segnalata al gestore.
  La Procura si è fatta inoltre carico di informare il locale consiglio dell'ordine di tali esiti investigativi.
  In ogni caso, la questione permane all'attenzione del Ministero che, oltre a vigilare sugli sviluppi della richiesta di archiviazione, ha attivato le proprie articolazioni ispettive per gli approfondimenti ed accertamenti di competenza.