• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/00650 DE PETRIS - Al Ministro dell'interno. - Premesso che: il centro di accoglienza straordinaria (CAS) "Gelsomino", sito a Roma in largo Perassi, ospita circa 165 migranti, e risulta essere...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-00650 presentata da LOREDANA DE PETRIS
martedì 5 marzo 2019, seduta n.096

DE PETRIS - Al Ministro dell'interno. - Premesso che:

il centro di accoglienza straordinaria (CAS) "Gelsomino", sito a Roma in largo Perassi, ospita circa 165 migranti, e risulta essere a rischio di una improvvisa, repentina, quanto poco chiara nelle sue motivazioni, chiusura;

la decisione di chiudere il centro avverrebbe, secondo le notizie che circolano, su richiesta della cooperativa che lo gestisce, la Sinergy;

i migranti dovrebbero essere dunque trasferiti entro il 1° marzo 2019 presso altri centri: nonostante alcune indicazioni lascino pensare al territorio di Roma e provincia, tra cui in primis il centro "Enea" che può ospitare, tuttavia, al massimo 20 ragazzi, non è ancora chiaro dove saranno portati i migranti, rischiando dunque di essere allontanati da un territorio in cui risultano essersi integrati pienamente;

i migranti sono attualmente inseriti in numerosi progetti, anche formativi: servizio civile, percorsi nelle scuole, nonché la più nota squadra di calcio "Pineto United", simbolo di integrazione in tutto il quartiere,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza di quanto riportato e se corrisponda al vero che la chiusura del centro di accoglienza straordinaria sia stata richiesta dalla cooperativa Sinergy;

quali siano le strutture e i territori in cui verranno trasferiti i migranti presenti nel centro di accoglienza "Gelsomino";

se non intenda attivarsi affinché sia garantita una particolare attenzione verso il prosieguo dei percorsi di integrazione dei migranti, che hanno consentito crescita e inclusione sociale, e che sarebbero danneggiati in modo irreparabile, qualora fossero dispersi in territori troppo distanti.

(3-00650)