• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01312 (5-01312)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-01312presentato daROSTAN Michelatesto diVenerdì 25 gennaio 2019, seduta n. 114

   ROSTAN e MURONI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   un nuovo rogo di rifiuti si è registrato nel territorio di Giugliano in Campania, provincia di Napoli, il 25 settembre;

   il rogo è divampato nei pressi del campo rom nella zona Asi; per molte ore si è sollevata una densa nube di fumo nero, visibile a parecchi chilometri di distanza, favorita dal vento, arrivando in poco tempo a rendere l'aria totalmente irrespirabile;

   secondo i rilievi compiuti sul posto sarebbero andati a fuoco alcuni cumuli di rifiuti depositati in zona da molto tempo: una vera e propria discarica abusiva ben nota alle forze dell'ordine;

   quello del 25 settembre è solo il più «visibile» dei roghi di rifiuti che avvengono quotidianamente in tutta l'area metropolitana tra Napoli e Caserta;

   alto è l'allarme sociale sul territorio: si tratta di una zona devastata dal punto di vista ambientale da discariche «fuorilegge», decine di impianti a norma ma spesso finiti all'attenzione della magistratura, e decine ancora di sversatoi «fuorilegge», di aree abusive di scarico che determinano sul territorio una continua allerta per la salute;

   il Parlamento il 5 febbraio 2014 ha convertito in legge del decreto-legge n. 136 del 2013, con cui prevedeva l'introduzione del reato di combustione dei rifiuti, più una serie di interventi di bonifica dei suoli inquinati nella «Terra dei fuochi» e l'uso dell'esercito per il controllo del territorio;

   nonostante l'intervento normativo, com'è del tutto evidente, i roghi continuano e sembrano avere una potenza sempre maggiore, minacciando la vita delle persone, abbassando drammaticamente la qualità della vita, mettendo a rischio la salute dei cittadini, dal momento che da numerosi studi epidemiologici emerge un preoccupante innalzamento delle patologie, in particolare quelle oncologiche, diagnosticate nella zona –:

   quali iniziative di competenza intendano attivare per un'azione di contrasto ai roghi di rifiuti in Campania e, in particolare, nell'area del Giuglianese, per aumentare la vigilanza sul territorio, per intensificare il controllo e il presidio e per evitare gli sversamenti abusivi di rifiuti e i conseguenti roghi tossici.
(5-01312)