• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01233 (5-01233)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-01233presentato daFONTANA Ilariatesto diMercoledì 16 gennaio 2019, seduta n. 109

   ILARIA FONTANA, DAGA, DEIANA, D'IPPOLITO, FEDERICO, LICATINI, ALBERTO MANCA, MARAIA, RICCIARDI, ROSPI, TERZONI, TRAVERSI, VARRICA, VIANELLO, VIGNAROLI e ZOLEZZI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. — Per sapere – premesso che:

   l'impianto di depurazione delle acque reflue situato ad Anagni (FR), concesso dalla regione Lazio con delibera della giunta n. 93 del 2017 al Consorzio per lo sviluppo industriale di Frosinone (ASI) e gestito da AeA srl, è stato recentemente oggetto di finanziamenti erogati al fine di garantire il completamento dei lavori, ma risulta ancora non essere a servizio del relativo agglomerato urbano;

   l'agglomerato di Anagni, con carico generato pari a 20.267 abitanti equivalenti, è interessato dalla procedura di infrazione dell'Unione europea di cui al parere motivato 2014/2059, emessa a marzo 2015. Ai fini dell'aggiornamento sullo stato di attuazione degli interventi relativi agli agglomerati oggetto di contenzioso che il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare periodicamente invia alla Commissione europea, la regione Lazio, con una nota del 9 agosto 2016, ha comunicato che è prevista la realizzazione di fognature e collettamento di tutto l'agglomerato presso il depuratore, realizzato con fondi regionali ma inattivo;

   nel mese di marzo 2018, regione Lazio e il Consorzio Asi di Frosinone risultavano essere in procinto di operare il collaudo operativo e la messa in funzione del depuratore di Anagni, con termini previsti entro la fine del 2018;

   l'accordo di programma quadro per la tutela delle acque e la gestione integrata delle risorse idriche (APQ8), del 23 dicembre 2002, prevede l'attuazione coordinata di un sistema integrato di interventi funzionalmente collegati per la tutela ambientale e per l'attivazione, implementazione ed adeguamento dei depuratori;

   successivamente, nell'ambito del II atto integrativo del citato accordo sottoscritto il 2 maggio 2006, è stato finanziato l'intervento che prevede il completamento della rete fognaria e dei collettori nella vasta maglia comunale del centro storico di Anagni e delle frazioni limitrofe. Tale intervento ha un costo complessivo di 8,2 milioni di euro di cui circa 5,7 milioni a carico dei fondi ministeriali (articolo 144, comma 17, della legge n. 388 del 2000) e 2,5 milioni a carico della tariffa del servizio idrico integrato;

   a norma del decreto legislativo n. 300 del 1999 al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare sono attribuite la tutela delle risorse idriche e la relativa gestione, sorveglianza, monitoraggio e recupero delle condizioni ambientali conformi agli interessi fondamentali della collettività e all'impatto sull'ambiente, con particolare riferimento alla prevenzione e alla repressione delle violazioni compiute in danno dell'ambiente –:

   quale sia l'attuale stato di avanzamento lavori nel rispetto del cronoprogramma fornito.
(5-01233)