• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/00981/038/ ... premesso che: la Convenzione Rai - Unione Industriali Roma - Usigrai - FNSI per l'estensione del Contratto Nazionale di Lavoro Giornalistico al paragrafo "Politiche attive", comma b,...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/981/38/05 presentato da SALVATORE MARGIOTTA
martedì 18 dicembre 2018, seduta n. 094

Il Senato,
premesso che:
la Convenzione Rai - Unione Industriali Roma - Usigrai - FNSI
per l'estensione del Contratto Nazionale di Lavoro Giornalistico al paragrafo "Politiche attive", comma b, punti 1-2-3, impegna la società RAI-Radiotelevisione italiana S.p.A. ad avviare immissioni in organico di giornalisti attraverso una nuova selezione pubblica essendo la graduatoria del 2015 scaduta secondo quanto previsto dal bando- salvo ulteriori modalità regolamentate da accordi sindacali, nonché a ridefinire il ruolo e le finalità della scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia al fine di valorizzare le professionalità in essa formate;
l'AD della RAI Fabrizio Salini ha ribadito nel suo intervento in Commissione di Vigilanza del 15 novembre scorso la volontà di reperire nuove risorse giornalistiche senza pregiudicare l'inserimento in azienda dei 74 allievi formati presso la Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia che rappresenta un centro di eccellenza e che ha consentito alla Rai di acquisire negli anni professionisti eccellenti;
la Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia, fondata e finanziata dalla RAI, costa ogni anno circa un milione di euro di denaro pubblico;
nel 2014 la RAI ha avviato una procedura di selezione di 100 giornalisti professionisti per far fronte a future esigenze, tutti regolarmente assunti, e che la graduatoria finale è scaduta, come indicato espressamente nel bando di concorso, il 16 ottobre 2018 e inoltre non si tratta di una graduatoria ma di una lista di tutti giornalisti che hanno preso parte ad una serie di prove professionali senza peraltro superarle tutte con risultati ritenuti sufficienti;
nel corso del prossimo anno, una serie di giornalisti andranno in quiescenza e sarà necessario integrare l'organico al fine di assicurare il pieno ed efficace svolgimento delle attività e delle funzioni attribuite alla società concessionaria del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale;
si ritiene opportuno attingere dal bacino di giornalisti professionisti formati dalla RAI attraverso la Scuola di Giornalismo radiotelevisivo di Perugia, fondata dalla RAI nel 1992, attraverso la quale sono stati immessi negli ultimi tre lustri decine di eccellenti giornalisti e dirigenti dell'azienda titolare del servizio pubblico radiotelevisivo,
impegna il Governo:
nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica, a prendere le opportune iniziative per consentire che la società RAI-Radiotelevisione italiana S.p.A. possa procedere per il triennio 2019-2021 all'immissione in organico di personale in sostituzione dei giornalisti che accedono al pensionamento, attingendo prioritariamente al bacino di giornalisti professionisti formatisi presso la Scuola di Giornalismo radiotelevisivo di Perugia a partire dal biennio Xl, al fine di valorizzare le risorse formate direttamente dalla RAI sia di evitare un inutile sperpero di denaro pubblico.
(0/981/38/5)
MARGIOTTA