• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.9/00435/025 in sede di esame del disegno di legge di «Conversione in legge del decreto-legge 29 maggio 2018, n. 55, recante ulteriori misure urgenti a favore delle popolazioni dei territori delle...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/435/25 presentato da GIANLUCA CASTALDI
mercoledì 27 giugno 2018, seduta n. 015

Il Senato,
in sede di esame del disegno di legge di «Conversione in legge del decreto-legge 29 maggio 2018, n. 55, recante ulteriori misure urgenti a favore delle popolazioni dei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria, interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016»,
premesso che:
nel corso della XVII legislatura sono stati adottati diverse misure volte a sostenere il settore agroalimentare e zootecnico nelle zone colpite dagli eventi sismici verificatisi a partire dal 2016;
tra queste rileva l'articolo 21 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 189, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpiti dagli eventi sismici, nonché il combinato disposto degli articoli 11 e 15 del decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 aprile 2017, n. 45;
considerato che:
il provvedimento in esame prevede agevolazioni in favore delle popolazioni dei territori del Centro Italia colpiti da eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016, con particolare riguardo alla sospensione dei termini tributari e contributivi;
in particolare, l'articolo 1, modificando l'articolo 48 del citato decreto-legge n. 189 del 2016, stabilisce che la ripresa della riscossione dei tributi sospesi in favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa e di lavoro autonomo, nonché dagli esercenti attività agricole, decorra dal 16 gennaio 2019, anziché dal 31 maggio 2018, con la contestuale rateizzazione del versamento delle somme oggetto di sospensione in sessanta rate mensili di pari importo, invece delle ventiquattro previste dal testo previgente;
considerato inoltre che:
nonostante i finanziamenti stanziati dalle succitate norme, gli allevatori delle zone colpite dal sisma lamentano l'eccessiva complessità burocratica e la lunghezza della tempistica che caratterizzano le procedure di costruzione di ricoveri e impianti atti allo svolgimento delle principali attività zootecniche;
è altresì necessario evidenziare che il settore agricolo e zootecnico è stato ulteriormente danneggiato a seguito della siccità primaverile ed estiva del 2017,
impegna il Governo ad assicurare la continuità produttiva delle attività zootecniche operanti in aree che hanno subito danni in conseguenza degli eventi sismici verificatisi a partire dal 24 agosto 2016 e a favorire il rilancio del settore agricolo e agroindustriale, nonché la promozione e commercializzazione dei prodotti delle filiere.
(numerazione resoconto Senato G1.314)
(9/435/25)
CASTALDI