• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00879 (5-00879)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-00879presentato daPAGANI Albertotesto diLunedì 5 novembre 2018, seduta n. 76

   PAGANI e CARÈ. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che:

   nel mese di settembre 2018 Stefano Gualandris è stato nominato consigliere in materie giuridico economiche per il settore aerospaziale del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, che, tra le altre deleghe, ha ricevuto a luglio anche quella sul settore aerospazio e ha assunto la presidenza del neonato Comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio, i cui indirizzi politici devono essere seguiti dall'Agenzia spaziale italiana (Asi);

   secondo notizie a mezzo stampi Gualandris ricopre importanti ruoli in aziende che operano nel settore spaziale: è amministratore delegato, nonché «presidente dell'organo di gestione con firma individuale», della Tss Innovations Projekte GmbH, società svizzera, anch'essa operativa nel settore aerospaziale, che lo stesso Gualandris definisce come l'associata elvetica della Technosprings Italia srl. In quest'ultima società Gualandris è consigliere delegato e ne possiede il 10 per cento delle quote, mentre il restante delle azioni è posseduto dai fratelli e dal padre. La Technosprings — in uno dei suoi progetti principali può vantare come partners l'Unione europea, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca la regione Lombardia e Leonardo — e nel ruolo di campaign manager del settore elicotteri (attivo anche nell'aerospaziale), vede la presenza di Francesco Giorgetti, fratello del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. La Technosprings è socia del distretto aerospaziale Lombardo e della Federazione delle aziende italiane per l'aerospazio, la difesa e la sicurezza (Aiad); è presente nel distretto virtuale dell'Asi, ovvero le società che partecipano ai bandi dell'Agenzia spaziale italiana. Lo stesso Stefano Gualandris, ha scritto su un social network che la Tss Innovations Projekte GmbH ha firmato un contratto per lo sviluppo di un sistema tecnologico innovativo con l’Estec, il principale centro dell'Agenzia spaziale europea per i veicoli spaziali e per la tecnologia spaziale in genere;

   contattato da un quotidiano nazionale, Gualandris ha risposto che «il conflitto d'interesse è solo potenziale perché prima della nomina ho sospeso qualsiasi tipo di bando con gli enti statali, Asi e Miur compresi. E ovviamente non potrò partecipare a nessun concorso pubblico in materia di aerospazio»;

   tuttavia, l'articolo 1, comma 41, della legge 190 del 2012 in materia di «Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione» ha introdotto l'articolo 6-bis nella legge 241 del 1990, rubricato «Conflitto di interessi». La disposizione stabilisce che «Il responsabile del procedimento e i titolari degli uffici competenti ad adottare i pareri, le valutazioni tecniche, gli atti procedimentali e il provvedimento finale devono astenersi in caso di conflitto di interessi, segnalando ogni situazione di conflitto, anche potenziale». La norma va letta in maniera coordinata con la disposizione inserita nel decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62 (codice di comportamento dei dipendenti pubblici), il cui articolo 7 prevede, infatti, che «Il dipendente si astiene dal partecipare all'adozione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere interessi propri, ovvero di suoi parenti, affini entro il secondo grado...»;

   il settore dell'aerospazio riveste una importanza prioritaria per il Paese, sia per l'aspetto geopolitico che, soprattutto, per quello economico, tanto che per il 2018 si stimano 760 milioni di euro di finanziamenti pubblico/privati, che diventeranno 880 per il 2019 e 885 per il 2020 –:

   se non ritengano sussistano i presupposti per una potenziale condizione di conflitto di interessi del Gualandris nel suo ruolo pubblico di consigliere in materie giuridico-economiche per il settore aerospaziale del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.
(5-00879)