• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/00636 VITALI - Ai Ministri per la pubblica amministrazione, dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e dell'economia e delle finanze - Premesso che: la Sogesid SpA è una...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00636 presentata da LUIGI VITALI
giovedì 4 ottobre 2018, seduta n.044

VITALI - Ai Ministri per la pubblica amministrazione, dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e dell'economia e delle finanze - Premesso che:

la Sogesid SpA è una società di ingegneria e assistenza tecnica specialistica interamente partecipata dallo Stato italiano, attraverso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, controllata al 100 per cento dal Ministero dell'economia e delle finanze che si configura come società di supporto tecnico delle strutture regionali e locali nell'ambito delle criticità ambientali, ma alla quale negli ultimi anni è stato richiesto del personale per sopperire alle carenze organiche del Ministero dell'ambiente, in quanto in questo fin dalla sua nascita non è mai stato indetto un concorso pubblico, all'interno del quale operano dipendenti provenienti da altre amministrazioni pubbliche tramite l'istituto della mobilità;

i rapporti tra Ministero dell'ambiente e Sogesid sono regolamentati e disciplinati da una convenzione quadro firmata nel 2015, in virtù della quale discendono diverse convenzioni attuative siglate tra le Direzioni generali del Ministero e la società in house;

nel 2015, il Ministero ha richiesto a Sogesid di fornire, mediante selezioni con evidenza pubblica per titoli ed esame e colloquio, personale tecnico-amministrativo specialistico per circa 400 unità, nella maggior parte dei casi laureati, con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, da impiegare nelle diverse Direzioni generali. Per tali risorse si applica il contratto collettivo nazionale del lavoro Gas-acqua e la Sogesid per buona parte ha inquadrato detto personale ad un livello di molto inferiore alle mansioni effettivamente svolte. Perfino risorse che hanno rappresentato il Ministero nelle sedi internazionali vengono inquadrate al pari di un operaio "addetto esecutivo" o operaio specializzato, con retribuzioni nette anche inferiori ai 1.300 euro;

detto aspetto viene riportato anche nella relazione della Corte dei conti al Parlamento per l'anno 2015, dove viene riferito che il notevole aumento di personale (quasi 350 unità) è conseguente ad una profonda modifica dell'organizzazione della società che, al fine di corrispondere ai compiti di supporto ed assistenza tecnica affidatagli dal Ministero, ha dato corso ad un piano di assunzioni di personale fin dai primi mesi del 2015, mediante procedure selettive svolte da commissioni esaminatrici presiedute da un generale dell'Arma dei Carabinieri e da professori universitari, da svolgere all'interno del Ministero;

il ministro Costa ha parlato della questione nel corso di audizioni in Commissione Ambiente della Camera e del Senato; inoltre, si ricorda quanto statuito nel decreto ministeriale 8 agosto 2018, dal quale risulta che le intenzioni del Governo siano finalizzate alla progressiva e completa soppressione dell'impiego di personale Sogesid presso il Ministero con integrazione del personale deficitario mediante concorso pubblico;

l'avvicendamento comporterà dunque la cessazione della principale, se non unica, fonte di sostentamento di 400 famiglie, sorrette in molti casi dallo stipendio di un singolo lavoratore acuendo ulteriormente il fenomeno della disoccupazione,

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo siano al corrente dei fatti esposti e come li valutino;

se corrisponda al vero la volontà, così come espressa dal Ministro dell'ambiente, di mettere a repentaglio il posto di lavoro di 400 persone che da anni svolgono, in condizioni lavorative già svantaggiate, il ruolo di "funzionari ombra" indebolendo così anche nel breve termine il know how dell'amministrazione;

se corrisponda al vero che il nuovo gabinetto del Ministro starebbe realizzando una "caccia alle streghe" nei confronti del personale Sogesid, spingendosi finanche ad effettuare indagini personali sui dipendenti Sogesid e loro familiari con l'utilizzo di personale dell'Arma dei Carabinieri presente presso il Ministero, a giudizio dell'interrogante violando le più palesi e fondamentali regole di uno Stato democratico;

come valutino la circostanza secondo la quale il Ministro dell'ambiente, unitamente alla sua struttura di gabinetto, continui ad ignorare le richieste di incontro ufficiale avanzate dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori Sogesid.

(4-00636)