• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00458 (5-00458)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-00458presentato daANZALDI Micheletesto diMartedì 18 settembre 2018, seduta n. 46

   ANZALDI. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   Il Corriere della sera edizione del 17 settembre 2018 in un interessante articolo a firma di Federico Fubini evidenzia come un muratore disoccupato di Taurianova sia attraverso la rete e le sue pagine diventato un «potentissimo» opinion maker arrivando addirittura a totalizzare 10 milioni di lettori per un solo post;

   il citato reportage non è solo importante per le dinamiche della comunicazione politica ma anche per i meccanismi pubblicitari legati a questi profili cosiddetti «unofficial» e il ricavo che riceve dalla lettura di questi post;

   c'è una frase indicativa dell’opinion maker calabrese che evidenzia una modalità inquietante quando afferma candidamente: «siamo battelli a vela cerchiamo di capire dove va il vento»;

   si fa presente che nell'ottobre 2017, le pagine dei media tradizionali contavano 31 milioni di interazioni e il dato è nel tempo rimasto sostanzialmente inalterato, mentre, a quanto risulta all'interrogante, le pagine che invece sono cresciute di più sono state quelle unofficial gentiste (da 8 a 17,5 milioni di interazioni) e quelle legate alla Lega, pagine ufficiali comprese (da 5 a 19 milioni di interazioni);

   l'area 5 Stelle, dopo una impennata tra febbraio e maggio 2018, è tornata ai valori di un anno fa, intorno ai 18 milioni, mentre l'area del centrosinistra nel suo perimetro più ampio è sostanzialmente inalterata, intorno ai 5 milioni;

   il pianeta unofficial che funziona nelle modalità raccontate nell'articolo del Corriere della sera è quasi raddoppiato in un anno passando da 19 milioni di interazioni a 32,7 milioni, superando di circa 1 milione di interazioni i media tradizionali;

   le pagine in appoggio al Governo sono passate come interazioni da 30,7 milioni a 55,4 milioni;

   l'ossessione dell'attuale Esecutivo sembra all'interrogante quella di minacciare tagli e rimodulazioni di risorse nei confronti della stampa tradizionale, ignorando del tutto la inquietante giungla del web proprio nel campo della informazione;

   va considerata la rilevanza della questione anche per il riverbero sulla qualità del dibattito pubblico e dell'informazione nel sistema democratico italiano –:

   se il Governo sia a conoscenza di quanto riportato in premessa e quali iniziative intenda assumere anche di natura normativa, per affrontare la suddetta evidente criticità, con l'obiettivo di una maggiore trasparenza per conoscere chi effettivamente si nasconda dietro le pagine unofficial gentiste e se vi siano interessi esterni alla nazione, per comprenderne la portata economica anche in termini di risorse sottratte al fisco e per evitare che tale forma di comunicazione diventi una zona franca nella quale persino fa fatica a individuare i responsabili delle suddette pagine.
(5-00458)