• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.9/00741/007 in sede di discussione del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, recante disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/741/7 presentato da ALBERTO AIROLA
lunedì 6 agosto 2018, seduta n. 032

Il Senato,
in sede di discussione del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, recante disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese (AS 741),
premesso che:
il decreto-legge in esame dispone, al Capo I, delle misure a tutela della dignità dei lavoratori e delle imprese, introducendo disposizioni volte al sia al contrasto del fenomeno della crescente precarizzazione lavorativa sia della salvaguardia dei livelli occupazionali;
considerato che:
la riforma introdotta con il decreto legislativo n. 116 del 2017, in attuazione della delega conferita dalla legge 57 del 2016, ha proceduto ad una complessiva riforma della magistratura onoraria;
in conseguenza della riforma, l'incarico di magistrato onorario presenta le seguenti caratteristiche: ha natura inderogabilmente temporanea; non può essere svolta per più di due giorni a settimana; non determina in nessun caso un rapporto di pubblico impiego; non può in ogni caso essere esercitato per più di otto anni, anche non consecutivi, e cessa comunque al compimento dei 65 anni; prevede una indennità fissa da corrispondere ai magistrati onorari che esercitano funzioni giudiziarie pari ad euro 16.140 lordi e ai magistrati onorari che non esercitano funzioni giudiziarie viene prevista un'indennità fissa pari ad euro 12.912 escludendo la possibilità di cumulo tra le stesse disponendo, però, una indennità di risultato fino al 30% dell'indennità fissa connessa al raggiungimento degli obiettivi; la malattia, l'infortunio e la gravidanza non comportano la cessazione dall'incarico ma la sospensione non viene computata ai fini dell'indennità;
impegna il Governo:
a valutare un possibile intervento a tutela della categoria dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari, profondamente danneggiati nella scorsa legislatura dall'approvazione di diversi provvedimenti, che hanno totalmente ignorato le istanze che provenivano da un settore fondamentale al fine di mantenere integro il sistema Giustizia in Italia.
(numerazione resoconto Senato G1.4)
(9/741/7)
AIROLA