• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/00964 (4-00964)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-00964presentato daVOLPI Ledatesto diMartedì 7 agosto 2018, seduta n. 40

   VOLPI, TRIZZINO, MAMMÌ, BOLOGNA, SPORTIELLO, IANARO, SARLI, CHIAZZESE e MASSIMO ENRICO BARONI. — Al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:

   la struttura complessa di gastroenterologia ed endoscopia digestiva dell'ospedale di Sanremo (Asl 1 Imperiese) rappresenta un centro di eccellenza, ormai centro di riferimento nazionale, che utilizza tecniche innovative e che cura pazienti provenienti anche da altre Asl Liguri e da fuori regione;

   la struttura complessa gastroenterologia di Sanremo è un riferimento nazionale per l'esofago di Barrett (condizione precancerosa) e per alcuni trattamenti di endoscopia interventistica, quali la mucosectomia e la dissezione sottomucosa, eseguite in tutti i segmenti dell'apparato digerente; vengono inoltre trattate stenosi esofagee ed ipofaringee mediante protesi speciali messe a punto a Sanremo (Taewoong, Conio Stent);

   il centro è sede del coordinamento scientifico di studi clinici che coinvolgono numerosi centri nazionali. Gli studi sono rivolti alla valutazione dell'efficacia di nuove terapie endoscopiche;

   il direttore di detta struttura complessa di gastroenterologia, il dottor Massimo Conio, è unanimemente riconosciuto artefice ad oggi dello sviluppo di tale struttura complessa dal suo insediamento nel 2004, avendo portato con sé l'esperienza trentennale maturata nel campo della gastroenterologia in Italia e all'estero;

   con deliberazione della giunta regionale in data 13 luglio 2018, su proposta della vice presidente della giunta regionale e assessore alla sanità Sonia Viale, l'azienda intende procedere alla conversione della struttura complessa gastroenterologia in struttura semplice, a detta dell'assessore «al fine del rispetto dei parametri di cui al decreto ministeriale n. 70 del 2015»;

   la deliberazione n. 430 del 25 maggio 2018 «Atto di Autonomia Aziendale ai sensi dell'articolo 3 comma 1-bis del decreto legislativo n. 502 del 1992 e articolo n. 25 della legge regionale n. 41 del 2006 e successive modificazioni e integrazioni» concerne la rimodulazione e modifica della deliberazione n. 940 del 31 ottobre 2017;

   la decisione di retrocedere a struttura semplice la struttura complessa di gastroenterologia dell'ospedale di Sanremo desta sorpresa, data l'importanza che detta struttura riveste in ambito sanitario non solo per la regione Liguria, ma per tutto il nord-ovest, soddisfacendo con il suo operato di primo ordine il fabbisogno di un vasto bacino di pazienti;

   la decisione dell'assessore Viale potrebbe essere parzialmente giustificabile solo se venisse contestualmente creata una struttura complessa in posizione geograficamente baricentrica all'interno del Ponente Ligure (Pietra Ligure) dove fare convergere i casi che richiedono procedure complesse di endoterapia: ciò permetterebbe di creare un centro ad alto volume e di formare medici molto preparati; invece, la decisione dell'assessore, prevede soltanto il declassamento della struttura complessa sanremese a discapito della tutela alla salute di tutti i cittadini, liguri o provenienti da fuori regione, che fanno affidamento sull'eccellente preparazione della struttura sanremese;

   suddetta decisione contraddice, inoltre, i valori cui si ispira l'azienda sanitaria (così come ribaditi nella deliberazione n. 430 del 25 maggio 2018) nell'erogare i servizi, in particolare, lede la centralità del cittadino secondo cui «ogni attività aziendale è svolta ponendo al centro le esigenze e i bisogni del cittadino»: è evidente che il declassamento senza alcuna previsione di una struttura complessa raggiungibile nei tempi utili anche in caso di urgenze da parte dei cittadini residenti nella provincia di Imperia determina uno scompenso sanitario per i cittadini, considerando inoltre che l'età media dei cittadini liguri è in costante aumento, motivo di più per prevedere un'assistenza adeguata ai problemi derivanti da malattie del tratto gastro-intestinale –:

   se sia al corrente di questa situazione e quali iniziative urgenti, per quanto di competenza, il Ministro interrogato intenda adottare, nel rispetto delle attribuzioni regionali in materia sanitaria, al fine di verificare il rispetto dei livelli essenziali di assistenza, che potrebbero registrare un forte depotenziamento per effetto del declassamento della struttura complessa di gastroenterologia ed endoscopia digestiva dell'ospedale di Sanremo, compromettendo il lavoro di eccellenza da essa svolto.
(4-00964)