• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/00459 IANNONE - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare - Premesso che: a quanto risulta all'interrogante il 4 gennaio 2018, l'ATO Salerno, ente d'ambito per il...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00459 presentata da ANTONIO IANNONE
giovedì 2 agosto 2018, seduta n.030

IANNONE - Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare - Premesso che:

a quanto risulta all'interrogante il 4 gennaio 2018, l'ATO Salerno, ente d'ambito per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, ai sensi della legge regionale n. 14 del 2016, ha emanato un avviso pubblico per manifestazione di interesse per il conferimento dell'incarico di direttore generale;

l'assemblea dei sindaci eletti all'interno del consiglio di amministrazione ha scelto l'avvocato Bruno Di Nesta, ex direttore generale della Provincia di Salerno, costretto alle dimissioni da tale incarico in seguito alla contestazione da parte della Corte dei conti in merito alla legittimità dell'atto di nomina;

la nomina di Bruno Di Nesta avrebbe fatto sorgere dei dubbi: alcune segnalazioni pervenute hanno fatto notare che all'interno dell'avviso pubblicato, tra i requisiti previsti ai fini della candidatura, veniva richiesto l'aver svolto per almeno 3 anni la funzione di dirigente (come gli anni maturati da Di Nesta), a differenza di altri bandi per gli ATO delle altre province campane, in cui si richiedeva un'esperienza in tal senso di almeno 5 anni;

come riportato da alcune persone che hanno presentato la domanda, sembrerebbe che, da una complessiva panoramica dei curricula, vi fossero dei candidati con maggiore esperienza che avrebbero potuto essere scelti;

da organi di stampa si apprende che Bruno Di Nesta, oltre a rientrare nella cerchia dei fedelissimi del presidente della Regione De Luca, sarebbe stato da tempo in attesa di collocazione,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative urgenti di propria competenza intenda assumere per verificare la correttezza delle procedure seguite.

(4-00459)