• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/00470 MARTI - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che, a quanto risulta all'interrogante: le associazioni di genitori con figli disabili lamentano da anni...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00470 presentata da ROBERTO MARTI
venerdì 3 agosto 2018, seduta n.031

MARTI - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che, a quanto risulta all'interrogante:

le associazioni di genitori con figli disabili lamentano da anni lo stato di abbandono in cui versano le famiglie e i minori, a causa di una scarsa presenza sul territorio nazionale di insegnanti di sostegno, insufficienti a coprire adeguatamente le esigenze degli studenti con disabilità;

di anno in anno si aggrava la carenza di insegnanti di sostegno adeguatamente formati, sia a causa del difficoltoso percorso di formazione e assunzione di nuovi insegnanti di sostegno, sia per via dell'aumento dei minori con disabilità;

dai dati forniti a settembre 2017 dal focus "Anticipazione sui principali dati della scuola statale" dell'anno scolastico 2017/2018 a cura del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, risulta che le cattedre in deroga sono pari a 38.769, mentre le cattedre stabili, ossia in organico di diritto, destinate al personale stabilizzato, sono pari a 100.080;

alla luce dei dati riportati è a parere dell'interrogante necessario garantire la continuità didattica e il rispetto del diritto allo studio degli alunni con disabilità, favorendo un corretto utilizzo degli insegnanti di sostegno;

per effetto della legge n. 107 del 2015 (cosiddetta Buona Scuola), oltre 30.000 docenti dal Sud Italia sono stati trasferiti al Nord dopo anni ed anni di precariato, lasciando famiglie e affetti, magari alla soglia della pensione. Docenti che ogni anno sono costretti a chiedere il ricongiungimento alla famiglia; di questi, circa 12.000 sono docenti di sostegno e, tra questi ultimi, oltre 10.000 riescono ad ottenere le assegnazioni annuali sulle cosiddette cattedre in deroga,

si chiede di sapere se, in vista dell'inizio dell'anno scolastico 2018/2019, il Ministro in indirizzo intenda assumere un provvedimento volto a trasformare le cattedre in deroga in organico di diritto riservato ai trasferimenti dei docenti, assicurando, in tal modo, agli alunni disabili la doverosa continuità didattica, così come sancito dal recente decreto legislativo n. 66 del 2017, evitando al contempo di sradicare gli insegnanti dal proprio contesto sociale ed affettivo.

(4-00470)