• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00289 (5-00289)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-00289presentato daRADUZZI Raphaeltesto diMartedì 31 luglio 2018, seduta n. 35

   RADUZZI, TRANO, APRILE, CABRAS, CANCELLERI, CASO, CURRÒ, GIULIODORI, GRIMALDI, MANIERO, MARTINCIGLIO, MIGLIORINO, RUGGIERO, ZANICHELLI e ZENNARO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri. — Per sapere – premesso che:

   a seguito dell'audizione del Commissario della Consob Berruti presso le Commissioni giustizia e finanze, in merito alla legittimità della nomina del presidente Mario Nava – già oggetto di atti di sindacato ispettivo al Senato della Repubblica, ossia l'interrogazione n. 3-00130 e l'interrogazione del Presidente della Commissione finanze del Senato Bagnai n. 4-00077 oltre che di un'interrogazione al parlamento europea n. 003015 – sembrerebbe emerso sia stata posta in essere la verifica prevista dagli articoli 3 e 4 del regolamento di organizzazione e funzionamento;

   il presidente Nava è stato posto in posizione di comando dalla Commissione europea nell'interesse della Commissione per un periodo di 3 anni. La posizione di comando concederebbe al medesimo l'immunità dal controllo dell'autorità giudiziaria italiana e lo obbligherebbe ad Informare tempestivamente i propri superiori gerarchici europei qualora venisse a conoscenza di una possibile attività pregiudizievole per gli interessi dell'Unione europea. Tali circostanze potrebbero pregiudicare l'autonomia e l'indipendenza della Consob, non escluderebbero del tutto un potenziate conflitto di interessi di carattere istituzionale ed in particolar modo, secondo gli interroganti, violerebbe la legge istitutiva dell'autorità n. 216 del 1974 ed il segreto d'ufficio ex articolo 4, comma 10, del decreto legislativo n. 58 del 1998 e dell'articolo 16 del regolamento;

   al fine di tutelare l'integrità delle istituzioni e l'autonomia e l'indipendenza della Consob sarebbe opportuno visionare:

    1) il verbale della prima riunione nella quale il Presidente ha provveduto a rilasciare la dichiarazione di cui all'articolo del regolamento;

    2) la documentazione interna della Consob sulla incompatibilità e sulle problematiche normative e regolamentari del presidente Nava;

    3) i pareri sulla compatibilità tra comando, nomina, legge istitutiva dell'Autorità n. 216 del 1974 e regolamento emessi dalla Presidenza del Consiglio e dalla Corte dei conti –:

   tenuto conto che i documenti di cui al punto 3) sono già in possesso del Governo, se si reputi opportuno acquisire i documenti di cui al punto 1) e 2) e riscontrare le relative risultanze con i documenti di cui al punto 3) e, conseguentemente, dopo averli trasmessi al Parlamento, qualora dovessero emergere violazioni normative o regolamentari ovvero incompatibilità e/o illegittimità della nomina del presidente Mario Nava ai sensi del decreto legislativo n. 58 del 1998, del decreto-legge n. 95 del 1974 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 216 del 1974, istitutivo della Consob, e dei regolamento di organizzazione e funzionamento, ed ove non fosse possibile regolarizzare la nomina se si intendano assumere le iniziative di competenza volte alla revoca dell'incarico ricoperto dal presidente Mario Nava o verificare la sussistenza di eventuali cause di decadenza dall'incarico medesimo.
(5-00289)