• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/00776 (4-00776)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-00776presentato daDONZELLI Giovannitesto diMartedì 24 luglio 2018, seduta n. 32

   DONZELLI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro per i beni e le attività culturali. — Per sapere – premesso che:

   in data 9 gennaio 2018 è stato presentato il protocollo d'intesa siglato tra il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e la regione Toscana per la difesa della costa dall'erosione costiera, in cui si prevedono vari interventi di contrasto all'erosione costiera nel tratto di arenile fra Rosignano e San Vincenzo (Livorno);

   il turismo costituisce la prima industria di San Vincenzo, che è la seconda realtà turistica per presenze in Toscana e il cui valore aggiunto è rappresentato dalla presenza di un arenile con sabbia fine e dorata e acque limpide;

   in data 1° agosto 2018 scadrà il bando con cui l'amministrazione comunale intende appaltare i lavori di protezione della costa, scogliera a sud di San Vincenzo – 1 lotto. Tali lavori consisteranno in un'attività di ripascimento attraverso l'immissione di circa settemila metri cubi di sabbia cava o di fiume o di altro materiale grossolano le cui dimensioni, colore e granulometria sono ben diverse dalla spiaggia odierna, comportando quindi un cambiamento evidente nel panorama della stessa;

   eventuali errori nella realizzazione di queste opere comporteranno tre genere di impatti disastrosi, ambientale, economico cittadino e contabile, considerata la realizzazione mediante fondi pubblici;

   il sito del progetto è soggetto a vincolo paesaggistico in quanto ricadente nelle aree di tutela individuate ai sensi del decreto legislativo n. 42 del 2004, articolo 136 e del decreto ministeriale 16 agosto 1952 (Gazzetta Ufficiale 222 del 1952);

   l'intervento di cui sopra è stato oggetto di una valutazione d'impatto ambientale, il cui iter si è concluso con un decreto dirigenziale di approvazione (n. 15528 del 26 ottobre 2017), ma di cui ad oggi non si conoscerebbero i contenuti non essendo stato pubblicato, a quanto consta all'interrogante, né sul sito della regione Toscana né su quello del comune di San Vincenzo, in contrasto con le norme sulla trasparenza;

   il decreto dirigenziale di cui sopra integra un parere di Arpat, che esprime parere favorevole, ma condizionato all'effettuazione di «un piano di monitoraggio che preveda il controllo del parametro torbidità nelle fasi ante operam, in corso d'opera post operam, allo scopo di poter mitigare, in tempo utile, eventuali impatti derivanti dalla realizzazione del progetto», raccomandando «il monitoraggio della linea di costa [...] allo scopo di verificare la congruità della scelta effettuata relativamente al materiale», di fatto ammettendo candidamente la probabilità di intorbidimento delle acque;

   il comune di San Vincenzo ha frattanto già emanato – onde attuare questo progetto, finanziato con risorse ministeriali già rese disponibili – il bando di gara per l'appalto dei lavori di protezione della costa, scogliere a sud di San Vincenzo – 1° lotto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 5a serie speciale contratti pubblici n. 73 del 25 giugno 2018, per un valore stimato in 876.894,02 euro esclusa Iva e durata dei lavori prevista in novanta giorni;

   le offerte pervenute saranno aperte il 1° agosto 2018, alle ore 9 –:

   quali iniziative di competenza il Governo intenda assumere per la tutela e la conservazione dello stato attuale dell'arenile e delle acque interessate dal progetto;

   quali metodologie si intendano attivare per contrastare l'eventuale intorbidimento delle acque;

   se e come sia stata scientificamente supportata la tesi dell'assenza di rischio e di pericolo per i superamenti dei livelli di cromo, arsenico e nichel oltre i limiti legali in conseguenza dei lavori prospettati.
(4-00776)