• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/00804/031    premesso che:     il provvedimento in esame è volto a novellare le disposizioni di cui al decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazione, dalla legge...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/00804/031presentato daMULÈ Giorgiotesto diGiovedì 19 luglio 2018, seduta n. 30

   La Camera,
   premesso che:
    il provvedimento in esame è volto a novellare le disposizioni di cui al decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazione, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229 recante Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016;
    il comune di Spoleto e numerosi nelle aree limitrofe sono individuati tra quelli interessati dalle disposizioni di cui al richiamato decreto-legge n. 189/2016;
    la rete ferroviaria italiana ad alta velocità/alta frequenza (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca) consta di due principali direttrici nord-sud, e viceversa, che si sviluppino lungo l'asse orientale e quello occidentale con intersezioni varie nelle regioni settentrionali, da Firenze in su, mentre dal capoluogo toscano verso il sud del Paese gli unici tratti, di medesima tipologia, che collegano le dorsali est-ovest, e viceversa, sono Napoli-Foggia, e ritorno, (Frecciargento) e Roma-Falconara Marittima (Frecciabianca);
    con particolare riguardo a quest'ultimo tragitto le fermate intermedie sono a Terni e a Foligno mentre Spoleto, con siti Unesco patrimonio dell'umanità, già in lizza per essere Capitale della cultura italiana 2018, e che da oltre 60 anni ospita il Festival dei Due Mondi di rilievo internazionale, nonostante le sollecitazioni espresse nel corso degli anni dalle associazioni di consumatori e di viaggiatori, ancora oggi è esclusa dalle fermate del Frecciabianca che collega Roma alle città della costa adriatica;
    sono già note le ripercussioni a danno dei lavoratori pendolari e della comunità locale che da anni sono impegnati per sensibilizzare l'azienda ferroviaria e la politica locale e nazionale;
    con riguardo ai flussi turistici, seppur non si registrano cali in questo particolare anno, è molto probabile, invece, che sin dal 2019 si corra il rischio di risentire dell'assenza di un collegamento diretto della città di Spoleto all'alta velocità, considerando che si tratta di una realtà dal chiaro e tradizionale ruolo turistico, centrale per la provincia di Perugia, per l'Umbria e, più in generale, per l'intera area umbro-marchigiana; a fine giugno 2018 la Regione Umbria e Trenitalia hanno sottoscritto il contratto di programma, di durata quindici anni, con il quale si prevede, tra l'altro, un impegno delle parti a trovare soluzioni per potenziare i collegamenti tra Spoleto e Roma attraverso due Frecciabianca in orari compatibili con le necessità delle persone e delle imprese,

impegna il Governo

ad assumere ogni iniziativa di competenza per assicurare che l'impegno sottoscritto dalla Regione Umbria e da Trenitalia non si riduca ad una mera promessa ma che si traduca già nel corso del 2018 nell'individuazione della stazione ferroviaria di Spoleto quale punto di partenza e di arrivo di treni ad alta velocità/alta frequenza.
9/804/31. Mulè, Sozzani.