• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00030 (5-00030)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-00030presentato daRIZZETTO Waltertesto diMartedì 5 giugno 2018, seduta n. 11

   RIZZETTO, LUCA DE CARLO, DEIDDA, FERRO, FIDANZA, FRASSINETTI, GEMMATO e ZUCCONI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:

   la procedura negoziata, ai sensi dell'articolo 63, commi 1 e 2, lettera c), del decreto legislativo n. 50 del 2016, per l'affidamento del servizio di vigilanza antincendio occorrente all'Asst della Valle Olona, ad avviso degli interroganti è stata indetta in contrasto con la normativa in materia;

   al riguardo, si fa presente che l'importo a base d'asta relativo a detta procedura è pari a complessivi euro 1.401.600,00 (euro 701.300,00 per l'opzione di rinnovo per ulteriori 6 mesi);

   il criterio prescelto per l'affidamento è quello del massimo ribasso; tuttavia, il servizio in questione, per l'espletamento del quale sono oggi impiegati trentotto addetti, ricade nei «servizi ad alta intensità di manodopera», come definiti all'articolo 50, comma 1, del decreto legislativo n. 50 del 2016, «nei quali il costo della manodopera è pari almeno al 50 per cento dell'importo totale del contratto»;

   l'articolo 95, comma 2, del decreto legislativo n. 50 del 2016 dispone che «fatte salve le disposizioni legislative, regolamentari o amministrative-relative al prezzo di determinate forniture o alla remunerazione di servizi specifici, le stazioni appaltanti, nel rispetto dei principi di trasparenza, di non discriminazione e di parità di trattamento, procedono all'aggiudicazione degli appalti e all'affidamento dei concorsi di progettazione e dei concorsi di idee, sulla base del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo o sulla base dell'elemento prezzo o del costo, seguendo un criterio di comparazione costo/efficacia quale il costo del ciclo di vita, conformemente all'articolo 96»;

   inoltre il medesimo articolo, al comma 3, dispone che «Sono aggiudicati esclusivamente sulla base del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo: a) i contratti relativi ai servizi sociali e di ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica, nonché ai servizi ad alta intensità di manodopera, come definiti all'articolo 50, comma 1, fatti salvi gli affidamenti ai sensi dell'articolo 36, comma 2, lettera a)»;

   ciò premesso, emerge che la procedura negoziata utilizzata dalla Asst Valle Olona, prevedendo erroneamente l'utilizzo del criterio del massimo ribasso, pare agli interroganti essere stata indetta in violazione dei dettami dei predetti articoli del decreto legislativo n. 50 del 2016 in materia di appalti, e, pertanto, è opportuno disporne l'immediata sospensione –:

   se il Governo intenda adottare iniziative normative per rendere più stringente la disciplina in materia di appalti riducendo la discrezionalità delle stazioni appaltanti in merito alla individuazione delle procedure e dei criteri per l'espletamento delle gare e per l'aggiudicazione degli affidamenti, nonché implementando i controlli in modo da evitare il ripetersi di casi come quello richiamato in premessa.
(5-00030)